Critiche Accese e Problemi Irrisolti: Consiglieri di Opposizione di Todi Analizzano

Critiche Accese e Problemi Irrisolti: Consiglieri di Opposizione di Todi Analizzano

 

Critiche Accese e Problemi Irrisolti: Consiglieri di Opposizione di Todi Analizzano

Critiche Accese – Nella conferenza stampa di inizio anno tenutasi presso la Sala Giunta del Comune di Todi, i consiglieri di opposizione dei gruppi Civici X, PD, Sinistra per Todi, Todi Civica e Per Todi hanno analizzato l’anno appena trascorso e affrontato temi cruciali che coinvolgono la cittadinanza tuderte. La conferenza è stata inaugurata dal consigliere Fabio Catterini, il quale ha riepilogato l’attività svolta nel 2023, partendo dalla mozione di sfiducia causata dalla controversa incompatibilità del Vicesindaco Ranchicchio.

Uno dei principali punti all’ordine del giorno è stato l’irrisolto problema dell’Ospedale della Media Valle del Tevere, che ha generato un acceso dibattito tra le forze di opposizione e l’amministrazione tuderte. Le critiche si sono estese anche al nuovo Piano Regionale dei Rifiuti, con il consiglio di opposizione che ha stigmatizzato la chiusura del ciclo dei rifiuti attraverso l’incenerimento, ritenendo questa scelta inadeguata alle reali esigenze della Regione Umbria.

Le incongruenze tra le promesse elettorali e l’atteggiamento della giunta rispetto al piano di gestione ospedaliera sono state messe in evidenza, con particolare riferimento al ridimensionamento dell’Ospedale della Media Valle del Tevere. Le forze di opposizione hanno criticato l’incapacità dell’amministrazione di prendere posizione sul nuovo inceneritore proposto dal piano regionale dei rifiuti, dimostrando una sudditanza alle decisioni regionali che ha suscitato dissenso.

Il consigliere Andrea Caprini ha affrontato il tema del centro storico, esprimendo preoccupazione per la situazione degli abitanti e criticando il progetto del nuovo ascensore. Il consigliere Claudio Serafini ha invece evidenziato le difficoltà nell’uso del territorio per lo sviluppo delle energie rinnovabili, denunciando l’incapacità dell’amministrazione nel gestire questa delicata materia.

Le critiche sono culminate nella vicenda del dimensionamento scolastico, in cui l’amministrazione tuderte è stata accusata di non aver difeso adeguatamente gli interessi del territorio. La mancanza di iniziativa nel contrastare il taglio lineare del numero di dirigenti, imposto dal governo Meloni e attuato da Tesei, ha generato tensioni con la Regione e ha portato al rigetto delle proposte locali.

Il consigliere Floriano Pizzichini ha concluso la conferenza affrontando il delicato tema del nuovo inceneritore, sottolineando il ruolo fondamentale dei cittadini e criticando l’incapacità dei consiglieri di maggioranza nel gestire le discussioni, con conseguente depauperamento del ruolo del Consiglio Comunale. La situazione rimane tesa e irrisolta, con molte questioni ancora aperte e la necessità di un dialogo costruttivo per affrontare le sfide che attendono il Comune di Todi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*