Accordo Comune di Todi e Santuario di Collevalenza

 
Chiama o scrivi in redazione


Accordo Comune di Todi e Santuario di Collevalenza

Accordo Comune di Todi e Santuario di Collevalenza

È stato sottoscritto sabato 5 marzo, presso la sede comunale, un accordo di intenti tra il Comune di Todi e la Congregazione Suore Ancelle e Figli dell’Amore Misericordioso di Collevalenza per la collaborazione nella promozione di percorsi di crescita culturale, sociale, economica e turistica del territorio comunale.

Il Comune ed il Santuario collaboreranno nell’elaborazione e presentazione di proposte progettuali per l’accesso ai Fondi Europei, Fondi Strutturali, Fondi diretti ed indiretti, e ad altre fonti di finanziamento che verranno individuate.


A cura di Ufficio Stampa Comune di Todi


Sarà istituita una cabina di regia permanente fra i due soggetti, prevedendo almeno una seduta settimanale, con lo scopo di monitorare costantemente tutte le possibilità di accesso ai fondi.

“Todi ha il privilegio di essere vicina a un luogo di fortissima valenza spirituale e sociale come il Santuario di Collevalenza, illuminato dal carisma di una persona straordinaria come Madre Speranza”, ha commentato il sindaco Antonino Ruggiano. “Oggi possiamo iniziare a proporre azioni concrete per alimentare questo legame fortissimo profondamente sentito da tutta la città: e collaborare insieme a progetti di crescita ci riempie di orgoglio”.

Un ringraziamento al Sindaco è giunto dai rappresentanti delle due Congregazioni dei Figli e delle Ancelle dell’Amore Misericordioso, Padre Vittorio Moroni e Madre Rita Giuseppina Berdini, che hanno sottoscritto il protocollo d’intesa con il Comune. I quali hanno sottolineato l’importanza di “potenziare la collaborazione sinergica tra i due Enti, al fine di promuovere percorsi di crescita culturale, sociale, economica e turistica del territorio comunale, vista anche l’importanza riconosciuta nell’ambito del turismo religioso nazionale ed internazionale che ogni anno viene in visita al Santuario dell’Amore Misericordioso di Collevalenza“.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Scrivi in redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*