Vescovo Tuzia incontra la Vicaria di San Terenziano

Domenica il Vescovo a Collevalenza apre la Porta Santa del Giubileo

Domenica 22 marzo Mons. Benedetto Tuzia, Vescovo della Diocesi di Orvieto-Todi, incontrerà alle ore 16 a Collepepe i Consigli delle Unità pastorali della Vicaria di S. Terenziano, anch’essa ridefinita nel settembre scorso.

Attualmente conta circa 15 mila abitanti ed è suddivisa in tre Unità pastorali:
●l’Up “S. Sabino” (con le parrocchie di Ammeto, Fratta Todina, Montecastello di Vibio, Spineta, Doglio);
●l’Up “S. Cassiano” (con le parrocchie di Casalalta, Collazzone, Collepepe, Gaglietole, Pantalla, Piedicolle, Ripabianca);
●l’Up “S. Terenziano e S. Flacco” (con le parrocchie di Grutti, Marcellano, Pozzo, S. Terenziano, Viepri).
Dopo la preghiera d’inizio lavori, Mons. Tuzia nel suo intervento ribadirà la necessità di dare attuazione alle Unità pastorali, come previsto dall’ultimo Sinodo, e secondo quanto ripreso e approfondito nell’Assemblea diocesana tenutasi a Collevalenza il 21 settembre scorso dove, sotto lo slogan “Alzati e mettiti in cammino”, si è riflettuto in modo approfondito sul tema “Fare parrocchia nel nostro tempo”.
Il Vescovo insisterà sull’impegno dei laici nella Chiesa e sulla loro promozione a soggetti della pastorale, chiamati ad affrontare insieme ai presbiteri i tanti delicati temi che si dibattono in parrocchia: dalla pastorale giovanile a quella familiare, dal catechismo alla liturgia, dall’educazione al Vangelo della carità, all’amore preferenziale per i poveri, alla presenza responsabile dei cristiani nel sociale e nel politico.
Il coinvolgimento dei laici dovrà essere esteso anche alle questioni di carattere
economico, da cui la necessità dei Consigli per gli affari economici, perché gli investimenti necessari avvengano nel segno dell’autosufficienza economica e della massima trasparenza. Seguirà ampia e approfondita discussione.

Alla prima parte seguirà la preghiera dei Vespri in chiesa e, subito dopo un momento conviviale conclusivo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*