Todi raddoppia gli ingressi ai siti museali

Todi raddoppia gli ingressi ai siti museali

Sono stati 1.330 i biglietti per accedere ai siti del circuito museale della città di Todi durante questo ultimo fine-inizio settimana caratterizzato dalla festività del 25 aprile, più del doppio rispetto agli stessi giorni dello scorso anno, quando i biglietti furono 606.

Il dato conferma l’ottima partenza della stagione turistica tuderte e migliora le già buone performance registrate nella settimana pasquale e nei primi week end di primavera. Il tasso di occupazione nelle strutture è stato superiore al 90 per cento, secondo le dichiarazioni diffuse dalle stesse associazioni di categoria, con prenotazioni in ulteriore crescita per le prossime settimane, a partire dall’imminente week end del primo maggio.

A favorire la grande affluenza degli ultimi giorni anche le manifestazioni che si sono tenute nel centro storico, tra le quali “Todi la città degli arcieri” e il mercatino di artigiano e vintage “Fieramente”. Un’offerta di iniziative ed eventi che andrà intensificandosi a maggio e per tutto il periodo estivo.

“Il cartellone – spiega il Sindaco Antonino Ruggiano – è ricco e variegato: il 6 maggio è prevista l’avvio della grande mostra di arte contemporanea “United Nations of Artists” con 90 artisti in 23 sedi espositive, la seconda domenica di maggio torna il piccolo antiquariato di “AnticaMente”, mentre il 20 e 21 maggio sarà la volta di “Todifiorita”, altro appuntamento ormai storico”.

Intanto, già domenica 30 aprile, ci sarà, tra il tempio della Consolazione e i Giardini pubblici “Todi in Fiera”, il mercato di primavera con oltre 50 operatori commerciali che esporranno dall’alba al tramonto. Il circuito museale, con Cisterne romane, Casa dipinta, Museo Pinacoteca, Chiesa e campanile di San Fortunato, Museo Lapidario e, ovviamente, l’ufficio turistico di Todi, sarà accessibile tutti giorni fino al 1° maggio, senza osservare turni chiusura, con orario 10-13 e 15-18 per i siti e fino alle ore 19 per lo IAT.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*