Todi Festival, si chiude con Patty Pravo

 
Chiama o scrivi in redazione


Todi Festival, si chiude con Patty Pravo
In attesa del programma completo di Todi Festival, che verrà presentato a fine Giugno, prosegue la tradizione di affidare la chiusura dell’evento a grandi interpreti della canzone italiana. Dopo Roberto Vecchioni, Ornella Vanoni, Simone Cristicchi, Max Gazzè e Loredana Bertè sarà infatti Patty Pravo l’attesa protagonista della serata finale del Festival che si terrà a Todi dal 27 Agosto al 4 Settembre.

Prodotto da Antonio Colombi per Colorsound e Vincenzo Berti & Gianluca Bonanno per Ventidieci, la tappa tuderte del tour “Minaccia Bionda” è uno spettacolo esclusivo in cui Patty Pravo, in piena libertà e nello stile che la contraddistingue, si racconterà fra musica e parole. L’imperdibile appuntamento è fissato per Domenica 4 Settembre, alle ore 21, nella splendida cornice del Teatro Comunale di Todi.

Successi, ricordi, aneddoti e contributi video, alcuni dei quali inediti, saranno scanditi dalla voce narrante live di Pino Strabioli. In scaletta i brani che hanno fatto la storia della musica italiana, ma anche quelli più ricercati e sperimentali, per un’artista amatissima che, dalla mitica notte romana del Piper, continua a sedurre il pubblico, tra successi e sparizioni, provocazioni e intense interpretazioni.

Abbiamo fortemente voluto il ritorno di Patty Pravo – dichiara Eugenio Guarducci, Direttore Artistico del Todi Festival – la cui ultima apparizione in Umbria risale al 2015. La sua dimensione teatrale si sposa perfettamente con il Dna del nostro Festival e siamo convinti che potrà riscuotere una grande e meritata attenzione da parte di pubblico e critica”.

Con 120 milioni di dischi venduti, Patty Pravo ha influenzato generazioni, sconvolto le regole, esplorato e sperimentato nella musica e nello stile. Le prevendite sono aperte da oggi sul circuito Ticket Italia, accessibile online anche dal sito ufficiale di Todi Festival: www.todifestival.it.

Todi Festival, si chiude con Patty Pravo


Scrivi in redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*