Sopralluogo, ieri, del sindaco Toniaccini alla scuola secondaria di primo grado, “Mameli”

 
Chiama o scrivi in redazione


Sopralluogo, ieri, del sindaco Toniaccini alla scuola secondaria di primo grado, “Mameli”

E’ previsto per il prossimo 11 agosto, come da cronoprogramma, l’inizio dei lavori di messa in sicurezza della sede provvisoria della scuola secondaria di primo grado “Mameli” di Deruita: a riferirlo è il sindaco, Michele Toniaccini che, ieri mattina, insieme ai tecnici del Comune, ha fatto un sopralluogo al cantiere.

“I lavori – ricorda il sindaco – si erano resi necessari a seguito delle indagini e delle prove di carico sui solai effettuate da una ditta specializzata su incarico del Comune. Dopo l’esito delle indagini, erano state, immediatamente, attivate le necessarie procedure per l’esecuzione dei lavori di messa in sicurezza delle parti non strutturali (distacchi di intonaco avvenuti nel corso del mese di maggio).

La ditta che esegue i lavori – TECOINDAGINI – lo scorso 15 luglio ci ha comunicato l’inizio dei lavori per il prossimo 11 agosto, prevedendo la loro conclusione per i primi di settembre, in modo da garantire la normale ripresa delle lezioni del nuovo anno scolastico”.

Il sindaco Toniaccini, nel sottolineare che si tratta di “una sede provvisoria, che in ogni caso deve rispondere agli standard di sicurezza”, ricorda che, nel frattempo, “si sta lavorando per la realizzazione di una struttura completamente nuova che è stata già finanziata dal Ministero, grazie al progetto presentato da questa Amministrazione, per un importo di 3 milioni di euro. Il progetto esecutivo è stato già affidato a tecnici specializzati. L’inizio dei lavori è previsto tra la fine del 2021 e i primi mesi del 2022, presso l’area individuata dal Piano Regolatore Generale, che è quella adiacente alla scuola primaria di Deruta, così da creare un polo scolastico, moderno e all’avanguardia”.

Per il sindaco, “è evidente che non si lavora solo per fronteggiare le emergenze, ma si programmano nuove opportunità di crescita e formazione di un intero territorio, con capacità di guardare avanti per costruire un nuovo futuro a questa città”.


Scrivi in redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*