Scuole Deruta, sindaco, prima la sicurezza e poi l’estetica

Stanziati i fondi per la messa in sicurezza delle scuole di San Nicolò di Celle

 
Chiama o scrivi in redazione


Scuole Deruta, sindaco, prima la sicurezza e poi l’estetica

DERUTA – Prima la sicurezza e poi l’estetica: stanziati i fondi per la messa in sicurezza delle scuole di San Nicolò di Celle. A breve sopralluoghi  in tutti gli edifici scolastici presenti sul territorio di Deruta.

“Per noi la sicurezza degli edifici scolastici viene prima dell’estetica, per questo nel corso dell’ultimo Consiglio comunale abbiamo deciso di cambiare destinazione ai 45 mila euro che la precedente Amministrazione aveva stanziato per l’intonacatura, il tinteggio esterno e la sostituzione delle gronde dell’edificio scolastico di San Nicolò di Celle destinandoli invece ad interventi di adeguamento sismico della struttura.”

Così Michele Toniaccini, Sindaco di Deruta: “Ovviamente – prosegue il primo cittadino – non rinunciamo agli altri interventi di miglioria e a breve, attraverso l’individuazione di risorse aggiuntive, sarà possibile sostituire i canali di gronda ed i discendenti dell’edificio. Nel frattempo, anche grazie all’impegno del Consigliere Michela Aglini, Fabio Bistarelli e un gruppo di volontari effettuando la tinteggiatura interna delle aule con quello spirito di collaborazione tra Amministrazione e cittadini che auspicavamo potesse realizzarsi.

Secondo quanto anticipato dal Vice Sindaco Giacomo Marinacci e dall’Assessore al Bilancio Francesca Marchini: “L’intervento sulle scuole di San Nicolò di Celle segue quello di ampliamento delle scuole elementari di Sant’Angelo e  rientra in un progetto complessivo di mappatura e messa in sicurezza di tutti gli edifici scolastici che l’attuale Amministrazione comunale intende perseguire a partire dallo studio di vulnerabilità sismica predisposto dall’ufficio tecnico. Per questo saranno individuati e finanziati specifici interventi da effettuare sui singoli edifici sia attraverso l’ individuazione di risorse proprie che attraverso la partecipazione a bandi riservati alle Amministrazioni Comunali.”


Scrivi in redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*