Salta la panchina al Villabiagio, esonerato il tecnico Eposito

 
Chiama o scrivi in redazione


“E’ senza dubbio la partita più importante della stagione. Da dentro o fuori. L’abbiamo preparata benissimo e sono convinto che faremo una grande gara, nonostante sappiamo bene che sarà molto dura”. La concentrazione di Alessio Cardarelli e di tutto il Villabiagio che domani (ore 15) ospita il Trestina in un derby che vale una bella fetta di salvezza. I rossoblù infatti sono terzultimi con 3 punti di vantaggio sul Trestina. “Noi dobbiamo assolutamente vincere – continua Cardarelli – per poi cercare di andare a fare risultato a Rieti e battere il San Donato Tavarnelle nello scontro diretto, in casa, all’ultima giornata. Dobbiamo e possiamo fare 9 punti nelle prossime 3 gare, pensando anche all’ottima prestazione di domenica scorsa a Siena. Intanto però pensiamo al Trestina. Hanno giocatori che sono un lusso per la categoria come Mancini e Alessio Ceccagnoli.

Anche noi però abbiamo le nostre carte da giocare”. Una di queste è Alessio Cardarelli: “Avrei voluto dare di più in questa stagione e le 8 reti ne sono la conferma. Spero in un grande finale”. Un po’ come lo scorso anno quando Cardarelli segnò 7 gol nelle ultime 7 gare, chiudendo a quota 16 in classifica marcatori, dando una bella mano alla Voluntas Spoleto nel centrare l’obiettivo salvezza.

“Un bis? Magari… Intanto mi accontenterei di segnare un gol decisivo contro il Trestina…”.BICI CUORE DIABETE ONLUS E VILLABIAGIO INSIEME PER L’ACQUISTO DI UN DEFIBRILLATORE – Una grande opportunità per la società del Villabiagio grazie alla BiciCuoreDiabete Onlus. Se la società, in occasione del derby con il Trestina, riuscirà a vendere 35 biglietti per il concerto di Ron dell’8 maggio al PalaEvangelisti, la Onlus donerà alla squadra un defibrillatore.L’iniziativa rientra nel Progetto “Perugia CITTA’ CARDIOPROTETTA” del Lions Club Perugia Concordia, del Comune di Perugia e del Comitato Provinciale della Croce Rossa Italiana.

L’associazione Bici Cuore Diabete ONLUS oltre ad essere il team di Luca Panichi, lo scalatore in carrozzina portatore del messaggio di sport integrato, continua a sensibilizzare l’opinione pubblica sulle tematiche riguardanti le cardiopatie, il diabete e lo sport. Una sana attività fisica aiuta a superare queste disabilità e fa vivere una vita piu’ sana e controllata ancor più se si hanno delle patologie. La Onlus non è nuova a queste iniziative infatti ha già donato dei defibrillatori ad alcune società dilettantistiche. Tutti a Castiglione della Valle per un derby con il Trestina nel segno della solidarietá.


Scrivi in redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*