Rifiuti: Marsciano Comune più riciclone in Umbria

Sono stati assegnati questa mattina a Roma da Legambiente i riconoscimenti nazionali per l’esercizio virtuoso della raccolta differenziata.

Il segnale che la regione Umbria esprime con il risultato qualitativo e numerico raggiunto è che le amministrazioni locali sono riuscite a delineare un circuito positivo di buone pratiche utili ad aumentare la percentuale di raccolta differenziata e ad intercettare il rifiuto per una sua nuova fase di riutilizzo e non spreco.

Questo impegno è ormai un elemento integrato nell’azione amministrativa orientata al riciclo, riuso e soprattutto alla riduzione dei rifiuti, per un futuro privo di conferimenti in discarica e di inceneritori.

L’obiettivo dell’iniziativa odierna è di dettare le linee guida per una maggiore diffusione del porta a porta come attività di raccolta differenziata dei rifiuti che possano, in tal modo, recuperare un nuovo percorso di vita, fino a trasformarsi in risorsa.

La cerimonia di premiazione del concorso rivolto a tutti i comuni italiani, consorzi di comuni, comunità montane che hanno introdotto sistemi efficienti per la raccolta e il riciclaggio dei rifiuti urbani, il contenimento della produzione dei rifiuti e la loro valorizzazione, ha assegnato riconoscimenti a dieci comuni umbri (che attuano il modello di raccolta “porta a porta” nell’intero territorio) gestiti dall’operatore ambientale Gruppo Gesenu (Gesenu S.p.A. e SIA) :

Bastia Umbra, Bettona, Fratta Todina, Giano dell’Umbria, Lisciano Niccone, Marsciano, Monte Castello di Vibio, Todi, Torgiano, Umbertide.

Soddisfazione espressa dal Sindaco di Marsciano Alfio Todini premiato oggi alla cerimonia di Legambiente: 

“Un riconoscimento alla volontà dell’amministrazione di investire nella raccolta differenziata, all’organizzazione del servizio svolto dalla SIA ed al senso civico dei cittadini che hanno collaborato attivamente al raggiungimento di questo importante traguardo”.

Una scheda sintetica di presentazione dei comuni ricicloni umbri in ordine alfabetico:

Bastia Umbra,

operatore ambientale: Gesenu S.p.A., 21.930 abitanti, 68,6% RD raggiunta,

  1. 1 centro di raccolta comunale,

particolarità del servizio: raccolta differenziata con modalità a mastelli in tutto il capoluogo, pratica che determina maggiore responsabilizzazione dell’utente e, di conseguenza, una migliore e maggiore raccolta differenziata. Attività di monitoraggio costante da parte della vigilanza ambientale, con personale che esercita funzioni di informazione, prevenzione e controllo.

Bettona

operatore ambientale: Gesenu S.p.A., 4.341 abitanti, 81,8% RD raggiunta,

  1. 1 centro di raccolta comunale,

particolarità del servizio: l’estensione del servizio di raccolta porta a porta all’intero territorio comunale ha consentito l’eliminazione dei cassonetti stradali che erano sovente elementi di improprio conferimento da parte di cittadini e di utenze non domestiche.

Fratta Todina

operatore ambientale: SIA S.p.A., 1.863 abitanti, 67,9% RD raggiunta,

nessun centro di raccolta comunale,

particolarità del servizio: servizio di raccolta porta a porta eseguito in maniera corretta, partecipata e costante da parte delle utenze.

Giano dell’Umbria

operatore ambientale: SIA S.p.A., 3.819 abitanti, 69,2% RD raggiunta,

  1. 1 centro di raccolta comunale,

particolarità del servizio: servizio di raccolta porta a porta eseguito in maniera corretta, partecipata e costante da parte delle utenze.

Lisciano Niccone

operatore ambientale: Gesenu S.p.A., 633 abitanti, 69,2% RD raggiunta,

nessun centro di raccolta comunale,

particolarità del servizio: servizio di raccolta porta a porta eseguito in maniera corretta, partecipata e costante da parte delle utenze.

Marsciano

operatore ambientale: SIA S.p.A., 18.931 abitanti, 66% RD raggiunta,

  1. 2 centri di raccolta comunale,

particolarità del servizio: servizio mirato di raccolta differenziata presso le utenze commerciali e presso i grandi condomini; attività di controllo costante da parte dei vigili urbani e del soggetto gestore.

Monte Castello di Vibio

operatore ambientale: SIA S.p.A., 1.609 abitanti, 65,5% RD raggiunta,

nessun centro di raccolta comunale,

particolarità del servizio: servizio di raccolta porta a porta eseguito in maniera corretta, partecipata e costante da parte delle utenze.

Todi

operatore ambientale: Gesenu S.p.A., 16.991 abitanti, 65,4% RD raggiunta,

  1. 1 centro di raccolta comunale,

particolarità del servizio: servizio di raccolta differenziata porta a porta costantemente monitorato da parte della vigilanza ambientale, con personale che esercita funzioni di informazione, prevenzione e controllo.

Torgiano

operatore ambientale: Gesenu S.p.A., 6.721 abitanti, 70,5% RD raggiunta,

  1. 1 centro di raccolta comunale,

particolarità del servizio: Servizio di raccolta porta a porta eseguito in maniera corretta, partecipata e costante da parte delle utenze

Umbertide

operatore ambientale: Gesenu S.p.A., 16.663 abitanti, 71% RD raggiunta,

  1. 1 centro di raccolta comunale,

particolarità del servizio: raccolta porta a porta della frazione organica umida che implica maggiore responsabilizzazione dell’utente e, di conseguenza, una migliore e maggiore raccolta differenziata dei rifiuti.

 

Le classifiche di Comuni Ricicloni 2014 comprendono tutti i Comuni che hanno partecipato al concorso e che risultano aver raggiunto una percentuale di raccolta differenziata (RD) uguale o superiore al 65%. Un trend positivo che alla data attuale conferma un’ulteriore e positiva crescita.

La graduatoria è stilata considerando l’indice di buona gestione, che tiene conto di numerosi parametri oltre alla percentuale di RD, quali la produzione di rifiuti pro-capite, la tipologia di raccolta, la presenza di piattaforma ecologica e molti altri ancora.

Le classifiche sono stilate su base regionale. Per ogni regione vengono definiti i vincitori assoluti per tre categorie: comuni sotto i 10.000 abitanti, comuni sopra i 10.000 abitanti e comuni capoluogo. A questi premiati si aggiungono i vincitori per ogni categoria merceologica di rifiuto e i vincitori di speciali categorie. Vengono inoltre attribuiti, a discrezione della giuria, diversi premi speciali.

I premi assegnati ai comuni sono il riconoscimento del loro impegno raggiunto indubbiamente grazie ai cittadini che hanno concorso a realizzare un sistema premiante per il territorio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*