Nuova Piazza di Ponterio, inaugurazione il 7 agosto

 
Chiama o scrivi in redazione


Nuova Piazza di Ponterio, inaugurazione il 7 agosto

prevista per domani, venerdì 7 agosto, alle ore 19, l’inaugurazione della nuova Piazza di Ponterio alla presenza del Sindaco Antonino Ruggiano, dell’Assessore ai LLPP Moreno Primieri, dell’Assessore Regionale Paola Agabiti, dei rappresentanti di Eni Avv. Carmine Conte e Dott. Marco Lanari, di Andrea e Stefano Caruso e degli Arch. Sabatini e Balletti.

“La consegna della nuova Piazza di Ponterio alla collettività – sottolinea il Sindaco di Todi – rappresenta un altro tassello importante negli obiettivi di riqualificazione urbana e paesaggistica dell’amministrazione comunale, risultato che la comunità attendeva da tempo. È un grande piacere restituire questo complesso in un contesto rinnovato e valorizzato, grazie anche all’accordo tra Comune ed Eni, che ha portato alla chiusura dell’impianto distribuzione di carburanti e alla bonifica della zona, a spese della società”.

L’area di servizio Eni a ridosso della strada Tiberina è stata il punto di riferimento intorno al quale si è sviluppato il centro abitato e l’area commerciale di Ponterio.

“Il progetto di riqualificazione della Piazza – ricorda l’Assessore Moreno Primieri – è inserito nel Contratto di Quartiere che tra i vari obiettivi ha quello del recupero di spazi della realtà urbana e territoriale di Ponterio, cercando di salvaguardare l’identità del territorio. Proprio per questo – prosegue l’Assessore Pimieri – l’area dell’ex distributore ha assunto un ruolo centrale, destinato all’aggregazione e agli spettacoli all’aperto, come cuore del sistema di riqualificazione di tutta la Frazione”.

Il progetto iniziale ha subito delle varianti progettuali come la conservazione ed il restauro dell’edificio a servizio della stazione di rifornimento e denominato Bacciocchi, dal nome dell’Architetto che l’ha progettato negli anni ’50, e che rappresenta una testimonianza interessante di quegli anni. La conservazione della “Bacciocchi”, la cui acquisizione da parte del Comune è avvenuta senza corrispettivo nell’ambito dell’accordo tra Comune ed Eni e non previsto inizialmente, è una iniziativa lodevole in quanto consente di restaurare una presenza storica consolidata nel tessuto urbano della città.

Gli interventi sono consistiti in una nuova pavimentazione, nel potenziamento della viabilità pedonale, nella creazione di nuovi posti auto e in una nuova illuminazione. Il progetto è inoltre impreziosito da opere d’arte del Maestro Nino Caruso, presenza eccellente da molti anni nel territorio tuderte. L’idea della sua connotazione architettonica viene direttamente dalla natura dei finanziamenti che sono per spazi pubblici caratterizzati da opere d’arte.

Peraltro, la successione di setti dell’altezza di circa 2,40 m realizzati con prodotto bi-componente in calcestruzzo colorato colato nelle matrici che riproducono una composizione di formelle in ceramica realizzate dal Maestro Caruso, hanno anche lo scopo di creare una barriera, comunque attraversabile, dalla trafficata strada Tiberina.

Il progetto ha avuto un costo di circa € 700.000,00 reperiti dalle risorse del Contratto di Quartiere di Ponterio. La nuova piazza è anche un momento di dialogo che mette in relazione l’area con la scuola primaria, la palestra e l’area verde attrezzata che sarà realizzata lungo il Tevere.


Scrivi in redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*