Natale a Monte Castello di Vibio, pronto il programma della Pro Loco

 
Chiama o scrivi in redazione


Natale a Monte Castello di Vibio, pronto il programma della Pro Loco

Natale a Monte Castello di Vibio, pronto il programma della Pro Loco
Esiste un posto, da qualche parte nei sogni, dove la favola è reale, dove a passi di fantasia vivi la magia del Natale

A Monte Castello di Vibio fervono i preparativi per i festeggiamenti natalizi e la Pro Loco, che rinnovata nel Consiglio e nelle energie, ha già messo gli addobbi per le vie del paese. Si respira aria di festa, anche se gli eventi che ci succedono intorno, ci invitano a pensare il contrario.

Ma proprio per questo è necessario reagire, non avere paura, e perché no, festeggiare, con l’aiuto delle luci e dei colori, che solo il Natale ci sa regalare.

Esiste un posto, da qualche parte nei sogni, dove la favola è reale, dove a passi di fantasia vivi la magia del Natale. Dall’8 Dicembre al 6 gennaio nei giorni festivi e prefestivi: dalle ore 15:30-19:30 il paese si trasformerà in un vero villaggio natalizio. Particolarmente attesa l’apertura della “Casa di babbo Natale”, nei giorni festivi e prefestivi, che prevede due giornate speciali per poter visitare la Casa per scuole e Gruppi (Apertura su prenotazione) previste per il 10 e per il 17 Gennaio. La casa è una vera e propria perla incastonata al centro del  paese dove, bambini e non potranno vivere la magia del Natale. La casa, un’antica abitazione sita al centro del paese, ospita un grande salone, la cucina, la camera da letto, un grande camino, il laboratorio dove Babbo Natale e i suoi folletti preparano i doni, e naturalmente la slitta.

Ovviamente sono i bambini i primi interessati ma in fondo con la scusa di accompagnarli, ci si rende conto che genitori e nonni non disdegnano a tornar bambini. La ricostruzione degli ambienti è frutto di un lungo lavoro manuale e di ricerca delle antiche tradizioni mosso da una grande passione per il paese e le sue tradizioni.

Naturalmente, nel segno della tradizione folkloristica ma soprattutto religiosa, la Chiesa di Santa Illuminata ospiterà il Presepe in movimento di oltre 40 metri quadri con statuine dotate ognuno di un movimento personalizzato. Piero Tassi e Giancarlo Tentellini aggiungono ogni anno nuove statuine, miglioramenti e particolari, che sorprendono sempre più i tanti visitatori che non voglione rinunciare a questo appuntamento. Ogni cosa è una vera opere d’arte, e sono disposte più di 30 scene con soggetti tutti realizzati artigianalmente a mano con materiale di uso comune e statuine rielaborate.

La realizzazione del paesaggio e della coreografia comporta un lavoro costante di circa un mese. (I personaggi sono curati fin nei minimi particolari ed ognuno di essi è dotato di uno, due o anche tre movimenti elettromeccanici caratteristici che li rendono veramente particolari ed oggetti unici: la mucca che viene munta ed esce latte, il contadino che stringe l’uva ed esce il vino “vero”, il falegname che pialla, la casina da cui esce il fumo, i legnaioli che segano i tronchi, il calzolaio ed il fabbro che battono con il martello, la lavandaia che lava i panni nella fontana, la nonnina che intreccia i ferri della maglia, il fornaio che inforna il pane e tanti altri.).

Questa passione – ha detto Tentellini – l’ho avuta e conservata fin da bambino, perché attraverso le tante risorse messe a disposizione dalla natura si possono realizzare grandi opere. Dopo una giornata di lavoro, trovo riposo proprio costruendo nuovi soggetti per ampliare il presepe e le tante domande che i  visitatori mi rivolgono mi danno la possibilità di fargli capire quanto lavoro ci sia dietro ad ogni particolare. Certo, per poter gustare e notare ogni particolare occorrerebbe molto tempo ma in effetti le bellezze sono proprio fatte per questo: perché chi le osserva può dedicarsi un po’ di tempo per se e apprezzare chi il suo lo spende per crearle.

Ad abbellire il paese saranno i tradizionali mercatini natalizi con tante idee regalo e per le vie del paese si potranno degustare prodotti tipici e buon vino. Solo nei giorni festivi ci sarà animazione per i bambini. L’8 dicembre c’è l’Ape Calissino per fare il giro del paese, è una prova ma gli organizzatori sperano che si possa ripetere nei giorni successivi, dato che le novità attirano sempre gente.

Tutti i giorni sarà poi possibile visitare l’antica Torre Porta di Maggio dove tra i cimeli si potranno ammirare l’antico Statuto del 1516 e alcuni documenti del Catasto recentemente restaurati dalla Soprintendenza e l’Archivio Storico. Tutte le iniziative termineranno il pomeriggio dell’Epifania, con la tradizionale Tombolata che la Pro Loco organizza presso i locali parrocchiali ex ACLI.

Natale a Monte Castello 2015


Scrivi in redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*