Marsciano, terremoto 2009: il 9 ottobre scade il bando per contributi per seconde case

 
Chiama o scrivi in redazione


Possibile chiedere contributi per seconde case fino 9 ottobre
Possibile chiedere contributi per seconde case fino 9 ottobre

Marsciano, terremoto 2009: il 9 ottobre scade il bando per contributi per seconde case

La modulistica per la presentazione delle domande è reperibile sul sito web del Comune di Marsciano

Scade il 9 ottobre 2021 il termine per presentare le domande di contributo da parte dei proprietari di seconde case, di pertinenze delle abitazioni principali, di edifici di pubblica utilità sedi di associazioni, e altri edifici che hanno avuto ordinanza di sgombero totale o parziale a seguito del sisma del 15 dicembre 2009 che ha interessato la zona nord del territorio comunale di Marsciano.

La possibilità, per i proprietari di tali immobili, di presentare domanda di contributo è intervenuta a partire dallo scorso maggio, a seguito dell’allineamento della normativa regionale che riguarda il sisma del 2009 con quella, più favorevole in termini di contributi alla ricostruzione, del sisma del Centro Italia del 2016.

Tale adeguamento normativo delle modalità e procedure per la presentazione delle domande di accesso al contributo per gli immobili oggetto di inagibilità è il risultato di un importante lavoro fatto dall’amministrazione comunale di Marsciano in sinergia con la Regione Umbria.

Il Comune invita tutti i soggetti interessati a presentare quanto prima la domanda di contribuzione tramite pec, all’indirizzo comune.marsciano@postacert.umbria.it, o in modalità cartacea presso l’Ufficio Protocollo del Comune. L’avviso, con tutte le informazioni necessarie e la relativa modulistica, è consultabile all’indirizzo https://www.comune.marsciano.pg.it/archivio2_notizie-e-comunicati_0_2173.html.

Per informazioni è possibile contattare l’ufficio sisma del Comune di Marsciano allo 0758747293.

Le domande di contribuzione già pervenute e quelle che arriveranno da qui alla scadenza del 9 ottobre saranno inserite in una graduatoria che permetterà di fare un censimento puntuale del numero di immobili coinvolti e dell’entità dei danni. Una ricognizione necessaria per procedere alla successiva individuazione delle risorse pubbliche necessarie.


Scrivi in redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*