Marsciano, “L’Aquilone vola e l’emozione continua”

Oltre 500 bambini delle scuole della Zona Sociale 4 (che comprende i comuni di Marsciano, Todi, Massa Martana, Deruta, Collazzone, Fratta Todina, Monte Castello di Vibio e San Venanzo) hanno invaso nella mattinata di sabato 23 maggio il Palazzetto dello sport di Marsciano per “L’Aquilone vola e l’emozione continua”, l’iniziativa messa in atto per festeggiare il decennale della Legge Regionale 30/2005, che ha istituito il sistema integrato dei servizi per la prima infanzia.

La Regione dell’Umbria con la Zona Sociale 4, attraverso il coordinamento pedagogico di rete e il Laboratorio Psico-Educativo “L’Aquilone” ha organizzato questa iniziativa intorno al concetto di “continuità”, intesa sia come elemento di congiunzione fra i vari livelli educativi da un lato e come elemento di unione fra i vari servizi; a realizzare questo evento tutte le scuole del territorio, dai nidi a qualche classe delle scuole medie, con insegnanti, educatrici comunali e operatori delle cooperative sociali che hanno accolto le decine di classi che hanno partecipato all’evento.

Protagonisti della giornata gli oltre 500 bambini, molti dei quali accompagnati dai genitori, dai 3 mesi di età ai 12 anni; per loro una vera a propria festa intorno alla favola “Becco di Rame”: i bambini a scuola hanno iniziato da tempo un percorso didattico, integrato anche con le uscite nelle biblioteche del territorio; l’evento di Marsciano è stato, di fatto, la tappa finale di questo percorso.

Una volta registrati i bambini hanno avviato le varie attività presenti nel Palazzetto dello Sport di Marsciano: l’emozione è stato tema centrale e filo conduttore della giornata, un modo per far rivivere la consapevolezza delle emozioni ai bambini, dando loro la possibilità di avere anche una alfabetizzazione emotiva; sulla base di questa struttura la favola di “Becco di Rame” è stata divisa in 6 sequenze, diventate poi 6 emozioni: dalla felicità alla rabbia, dalla meraviglia alla tristezza, dalla paura al disgusto.

In mezzo a queste 6 tappe i bambini, nel percorso creato al Palazzetto dello Sport, hanno avuto modo di assistere anche ad uno spettacolo teatrale della compagnia Isola di Confine e a degli intervalli musicali con i musicisti della Scuola di Musica “Fabrizio De Andrè”; spazio anche per la merenda, preparata e servita dai ragazzi del corso di cucina del centro di formazione CNOSFAP; un evento creato nella “continuità” che lega i vari livelli formativi del territorio, mettendo insieme realtà solitamente “distanti” fra loro ma unite tutte insieme in questa giornata.

Durante la giornata sono stati distribuiti i libri messi a disposizione dalla Regione Umbria per i bambini delle scuole dell’infanzia della Zona Sociale 4, libri che andranno ad arricchire le biblioteche interne delle scuole; l’iniziativa fa parte del progetto “in vitro” che ha l’obiettivo di aumentare il numero dei lettori abituali e per questo promuove anche la lettura ad alta voce in famiglia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*