Lega Nord, vile post di Catiuscia Marini su questioni personali Salvini

Comunque cara Marini,  sempre più presidente di pochi e  per poco, stia SERENA

Lega Nord, vile post di Catiuscia Marini su questioni personali Salvini

Lega Nord, vile post di Catiuscia Marini su questioni personali Salvini

dal Commissario Lega Nord Umbria Todi e i due consiglieri comunali
TODI –  “Ieri, dopo aver partecipato al primo consiglio comunale di Todi ed aver constatato l’assenza di un solo consigliere comunale, tale Rossini, l’attenzione è stata richiamata dal post della Presidente Marini, la quale fedele al suo ruolo istituzionale di rappresentante di tutti gli umbri, si è guardata bene di augurare buon lavoro al nuovo consiglio comunale di Todi e alla nuova giunta. Tuttavia ha trovato del tempo per attaccare personalmente l’On Salvini.

Come Lega Nord Todi, non possiamo non condannare tale comportamento vile, meschino e sessista soprattutto quando tale attacco viene da chi dovrebbe rappresentare tutti gli umbri. Comprendiamo benissimo che la Marini non ha e non aveva argomenti politici per rispondere alle argomentazioni politiche illustrate dal leader della lega a Todi, ma come ci insegnano i nostri padri, la Presidente ha perso l’ennesima occasione per stare zitta dimostrando tutta la sua vera natura e il suo astio, sicuramente non consono a che dovrebbe rappresentare un’intera Regione.

Attacchi personali al segretario nazionale di un partito dimostrano soltanto che siamo vicino alla fine di un impero che ha massacrato la nostra regione .

Dopo Perugia,  ora Todi  la città natale della Marini;  bene presidente continui così, dimostri ancora una volta tutto il suo astio e la sua partigianeria, anche perché in questi anni non abbiamo avuto il piacere di vedere le sua abilità amministrative,  ma solo la sua capacità di schierarsi sempre dalla parte del più forte a scapito del popolo umbro. Comunque cara Marini,  sempre più presidente di pochi e  per poco, stia SERENA  prima o poi il popolo dirà la sua anche in Umbria.  Todi docet”.

 

MANUEL PETRUCCIOLI (amministratore nazionale): “Reputo il post della presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, offensivo e fuori luogo. Attaccare una persona per un fatto privato è estremamente grave, un atto assolutamente vergognoso. Vorremmo capire perché invece di occuparsi di questioni “private” che riguardano un “privato cittadino”, la Marini non si occupa della “cosa pubblica” che interessa tutti noi umbri. Basta guardare alcune graduatorie tra le regioni italiane per capire che, gli umbri, a guida Marini e PD, hanno poco da gioire (ma molto da piangere). Oppure la presidente inizia ad avere paura perché sente l’odore di possibili, quanto probabili, elezioni regionali nelle immediate vicinanze? Detto questo, la migliore cosa da fare è chiedere scusa e “vergognarsi” un pochino”.

FEDERICO CINI (referente per Terni della Lega Nord): “Incredibile che un presidente di regione, nonché dirigente di quello che in teoria è il partito di governo, si possa anche solo sognare di uscirsene con una frase del genere, ancora più incredibile è che l’abbia fatto davvero. Questo commento non è solo grave in quanto tale, ne lo è perché il bersaglio è Matteo Salvini. Questo commento è grave perché riassume perfettamente il modo in cui la Marini amministra la cosa pubblica: con supponenza, incapacità politica e soprattutto con quella sicurezza di potersi permettere qualunque commento di cattivo gusto, qualunque azione politicamente inammissibile ben sapendo di rimanere impunita”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
26 × 12 =