Il ricordo dell’Olocausto tra letteratura, arte e cinema a Marsciano

Il ricordo dell’Olocausto tra letteratura, arte e cinema a Marsciano. In occasione delle commemorazioni per il Giorno della Memoria

Il ricordo dell’Olocausto tra letteratura, arte e cinema a Marsciano

In occasione delle commemorazioni per il Giorno della Memoria, che ricorre il 27 gennaio, ovvero il giorno in cui nel 1945 le truppe sovietiche entrarono nel campo di sterminio di Auschwitz, nell’attuale Polonia, e rivelarono al mondo le atrocità commesse nei lager, il Comune di Marsciano promuove un incontro, in programma venerdì 28 gennaio alle ore 16.00 presso la Biblioteca comunale Luigi Salvatorelli cui prenderanno parte il sindaco Francesca Mele, il vicesindaco Andrea Pilati, il professor Dino Renato Nardelli, ricercatore dell’Istituto per la storia dell’Umbria contemporanea (Isuc) e Ada Marchesini, nipote della deportata ebrea Ada Michlstaedter Marchesini, alcune delle cui lettere, scritte dal Campo di Fossoli e raccolte nel libro “Con l’animo sospeso”, saranno lette da Tommaso Gennari.

Fonte Ufficio Stampa
Comune di Marsciano

L’incontro, cui sono invitati a prendere parte in presenza i rappresentanti delle associazioni del territorio e delle Forze dell’Ordine, sarà trasmesso online sul canale YouTube del Comune per permettere la partecipazione dei cittadini e degli studenti delle scuole.

A partire da venerdì 28 gennaio, e fino all’11 febbraio, la Biblioteca ospiterà un allestimento, visitabile durante l’orario di apertura della struttura, con alcune tavole tratte dal fumetto Maus, opera del fumettista statunitense Art Spiegelman che tratta con uno stile grafico dal grande impatto visivo le vicende della Shoah e che è valso il premio Pulitzer al suo autore.

Lo stesso giorno di venerdì 28 gennaio alle ore 18.30 e alle ore 21.00 ci sarà al Cinema Concordia la proiezione del film documentario “Il senso di Hitler” diretto da Petra Epperlein e Michael Tucker (al prezzo speciale di 5 euro). L’evento rientra in una iniziativa promossa dalle sale cinematografiche umbre, aderenti all’Associazione nazionale esercenti cinema (Anec), per contribuire alla commemorazione collettiva del Giorno della Memoria attraverso l’importante ruolo di presidio culturale che i cinema ricoprono nelle comunità dove sono presenti.   Il documentario è un’indagine alternativa e spiazzante che esplora i vari modi in cui la figura di Hitler continua ad avere un’influenza nella società attuale e nell’immaginario delle nuove generazioni.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*