Il ricordo delle vittime delle Foibe

Con l’apposizione di una corona in largo Vittime delle Foibe, nella zona adiacente al Palazzetto dello Sport, nella mattina di martedì 10 febbraio, anche il Comune di Marsciano partecipa alle iniziative in occasione del Giorno del Ricordo per commemorare tutte le vittime delle foibe, dell’esodo giuliano-dalmata e delle vicende del confine orientale.

Il Giorno del Ricordo, istituito con la Legge N. 92 del 30 marzo 2004, viene celebrato ogni anno il 10 febbraio al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe e dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra.

I territori dell’Istria e della Dalmazia, a partire dall’autunno del ‘43, subito dopo l’armistizio dell’8 settembre, e fino al 1947, furono il teatro di una delle peggiori pagine della storia europea. Migliaia di italiani furono perseguitati dalle milizie partigiane del maresciallo Tito, furono costretti a lasciare le loro case e in molti furono fucilati e gettati nelle voragini carsiche chiamate foibe.

Ancora oggi non si hanno cifre ufficiali relative ai numeri di questa tragedia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*