Fabio Strinati, il suo nuovo libro di poesie, anche una lirica per Deruta

Fabio Strinati, il suo nuovo libro di poesie, anche una lirica per Deruta

Fabio Strinati, il suo nuovo libro di poesie, anche una lirica per Deruta

Uscito da pochissimi giorni Lungo la strada un cammino, il nuovo libro del poeta marchigiano Fabio Strinati, pubblicato con Transeuropa Edizioni. Si tratta di un’opera colta, matura, un diario di bordo pregno di esperienze visive ed interiori che lo scrittore e poeta di Esanatoglia (attraverso un viaggio che sembra non avere fine né ritorno), scrive quasi di getto durante i suoi numerosi viaggi che sembrano narrare storie vissute, consumate, prese per mano in un’epoca che tanto assomiglia a una dimensione lontana e assai distante dal pensiero comune.

All’interno della raccolta, anche un componimento poetico dedicato al comune di Deruta, definito dal poeta di Esanatoglia come “Uno scrigno delicato, assolato nel verde assorto dell’Umbria”.

 DERUTA E UNA PORZIONE DI VISO

 E riconosco il cielo nel tuo specchio

così perfetto, liscio è il tuo aspetto

sopra una collina dalla patina affusolata;

il ricordo nitido e gioviale

di un’estate ripiena di odori buoni per la mente

il palato sul vento vibrava il suo ritorno ed oltre…

la Porta Perugina o della Valle s’apre

al cuore del mattino diluito (d’animo biondo),

nel profondo Deruta e una porzione di viso,

che tutto sazia e circonda, in una cornice

dal contorno d’oleandro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*