Corte Conti condanna ex preside del Ciuffelli, dovrà risarcire oltre 1mln di €

Corte Conti condanna ex preside del Ciuffelli, dovrà risarcire oltre 1mln di €

Corte Conti condanna – La Sezione giurisdizionale della Corte dei Conti dell’Umbria ha recentemente emesso una sentenza che coinvolge l’ex preside dell’Istituto Ciuffelli di Todi. Secondo la sentenza, avrebbe gonfiato il numero degli iscritti all’istituto tra l’anno scolastico 2016-17 e quello 2021-22, al fine di inserire un numero maggiore di docenti nell’organico dell’istituto.

La Corte dei Conti ha stabilito che dovrà risarcire al Ministero dell’Istruzione un danno erariale di oltre un milione e 100mila euro. Questa somma rappresenta il costo sostenuto dal Ministero per il sovrannumero di 38 docenti inseriti nell’organico dell’istituto a seguito dei dati fasulli forniti dall’ex Preside.

La condotta, riferisce Rai 3 Umbria, è stata definita dalla Corte come “dolosa” e caratterizzata da una “gestione accentratrice e opaca”. Tra gli iscritti all’istituto, infatti, vi erano numerosi nomi di extracomunitari residenti presso la Caritas, per i quali l’ex preside aveva dato disposizioni di predisporre la domanda di iscrizione.

Oltre al dirigente, è stata condannata anche l’ex direttrice dei servizi generali dell’Istituto Ciuffelli. La Corte ha ritenuto che avesse agito con “grave negligenza”, in quanto non aveva segnalato le anomalie riscontrate nonostante ne fosse a conoscenza. Per questo motivo è stata condannata a risarcire, in via sussidiaria, una somma fino a 58mila euro.

Questa sentenza rappresenta un importante monito per tutti coloro che ricoprono ruoli di responsabilità nelle istituzioni educative. È fondamentale agire sempre con trasparenza e integrità, nel rispetto delle regole e delle procedure stabilite. In caso contrario, le conseguenze possono essere molto gravi, come dimostra il caso dell’Istituto Ciuffelli di Todi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*