Coronavirus, primo caso a Marsciano, la persona era già in quarantena 🔴


Scrivi in redazione

Coronavirus, primo caso a Marsciano, la persona era già in quarantena

Coronavirus, primo caso a Marsciano, la persona era già in quarantena

“Nel territorio comunale di Marsciano registriamo oggi il primo caso di contagio da coronavirus”. Ad annunciarlo è il sindaco Francesca Mele. “La persona interessata, alla quale auguriamo una pronta guarigione, – precisa il Sindaco – è risultata positiva al tampone effettuato nei giorni scorsi ed ora seguirà la profilassi sotto stretto controllo medico. Si trovava già in quarantena perché era entrata in contatto con una persona contagiata e quindi la Usl aveva già imposto questa restrizione cautelare. Preciso che è stato accertato che la fonte del contagio è esterna alla nostra regione”.

Sono già state attivate, dai soggetti sanitari competenti, le procedure per rintracciare e contattare tutte le persone che hanno avuto interazioni con il soggetto risultato positivo e a tutti loro si sta prescrivendo l’isolamento fiduciario.

“Voglio rassicurare tutti i cittadini – spiega il sindaco Mele – sul fatto che le operazioni di contenimento e controllo da parte delle autorità sanitarie e delle forze dell’ordine saranno svolte con la massima determinazione e nel rispetto delle stringenti norme adottate in tutto il Paese. Ricordo ancora una volta e raccomando a tutti i cittadini, visto che il virus è arrivato anche a Marsciano, di attenersi a tutte le norme comportamentali indicate. La diffusione del contagio si può contenere restando a casa, rispettando le indicazioni di igiene pubblica e seguendo con scrupolo i protocolli medici nel caso dovessero comparire sintomi simil-influenzali compatibili con la malattia Covid-19”.

Il sindaco ricorda, inoltre, l’obbligo, per tutte le attività commerciali e i servizi aperti al pubblico (ma è buona norma per tutti noi nelle nostre case) di procedere quanto più frequentemente possibile alla pulizia mediante detergenti, possibilmente a base alcolica, di tutte le superfici di contatto dove si verifichi il transito e l’utilizzo di più persone, come ad esempio le tastiere del bancomat, le pulsantiere dei distributori automatici, maniglie di porte, carrelli della spesa ecc.

“Il Comune – conclude Francesca Mele – continuerà in stretto raccordo con la Usl Umbria 1 a dare aggiornamenti sull’evoluzione del contagio su tutto il territorio comunale. Invito la popolazione a fare esclusivo affidamento alle fonti istituzionali per informarsi e a non favorire allarmismi infondati, pena le sanzioni di legge. Con il comportamento responsabile di tutti ce la faremo”.


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*