Buoni Spesa alimentari per la crisi dovuta all’epidemia Covid-19

 
Chiama o scrivi in redazione


Buoni Spesa alimentari per la crisi dovuta all’epidemia Covid-19

Buoni Spesa alimentari per la crisi dovuta all’epidemia Covid-19

Grazie al Protocollo di Intesa siglato tra il Comune di Todi e la Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale, adottato al fine di fronteggiare i bisogni alimentari dei nuclei familiari che versano in stato di disagio economico o che abbiano riscontrato gravi difficoltà economiche a causa della crisi indotta dalle epidemia Covid-19, i cittadini di Todi che ne fanno domanda e posseggono i requisiti potranno usufruire di Buoni Spesa alimentari e per beni di prima necessità secondo i termini dell’avviso pubblicato su sito del Comune di Todi.

Fonte: Comune di Todi

Lo Sportello della Solidarietà della Fondazione nasce infatti con l’obiettivo di sostenere e incentivare la realizzazione di iniziative di natura sociale fondate sui valori della solidarietà, della mutualità, dell’inclusione e della promozione sociale di gruppi svantaggiati operando in questi settori di intervento: sanità, ricerca scientifica, assistenza alle categorie sociali deboli, istruzione e formazione, arte e cultura.

Per la domanda è stato introdotto un quoziente familiare, già adottato nel provvedimento di rimborso della TARI, che tiene conto non solo dell’ISEE del nucleo familiare ma anche del numero dei suoi componenti. Possono dunque presentare domanda di ammissione ai benefici i nuclei familiari residenti nel Comune di Todi che appartengono ai seguenti scaglioni ISEE: fino ad € 8.265 nuclei familiari composti da 1 o 2 componenti; fino ad € 12.000 nuclei familiari composti da 3 componenti; fino ad € 15.000 nuclei familiari composti da 4 componenti; fino ad € 20.000 nuclei familiari composti da 5 o oltre componenti.

Il modello di domanda, accuratamente compilato utilizzando lo schema allegato ai sensi del DPR 445/2000, dovrà pervenire all’indirizzo di posta elettronica comune.todi@postacert.umbria.it oppure a mano all’Ufficio Protocollo del Comune di Todi a partire dal 19.11.2021 e fino al 06.12.2021 entro le ore 14,00.

Per ogni ulteriore informazione, gli interessati potranno contattare gli Uffici dei servizi sociali da lunedì al venerdì esclusivamente dalle 09,00 alle 13,00 ai numeri: 0758956736-738-733-732-735.

“Prima di tutto esprimo a nome dell’Amministrazione e della città di Todi un sentito ringraziamento alla Fondazione ed in particolare al Presidente Prof. Avv. Emmanuele F.M Emanuele che ha voluto porre la sua attenzione alle famiglie della nostra comunità, con una generosa donazione che consentirà a tante persone di passare un Natale con un po’ più di serenità”, afferma l’Assessore Alessia Marta. “È fondamentale riuscire a curare il benessere prima di tutto materiale dei nuclei familiari, per poter affrontare con maggiore capacità di resilienza e positività la crisi che ci ha investito a causa dell’emergenza sanitaria. L’adozione di un quoziente familiare per l’assegnazione del contributo consente di avere un sistema maggiormente sensibile e in grado di recepire puntualmente i bisogni delle famiglie, in particolare quelle con figli. Siamo riusciti a riscontrarlo attraverso l’avviso per il rimborso della TARI, del quale ormai beneficiano molte famiglie. Un ringraziamento va anche agli uffici perché grazie al lavoro fatto, sono stati accelerati notevolmente i tempi, nell’intento di provvedere all’erogazione per il periodo di Natale”.


Scrivi in redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*