Arrestato a Todi un ladro d’auto, denunciata la sua compagna

L'auto è stata rintracciata nei pressi dell’abitato di Massa Martana

 
Chiama o scrivi in redazione


Todi, rubati e ritrovati dai Carabinieri altri veicoli rubati

Arrestato a Todi un ladro d’auto, denunciata la sua compagna

I Carabinieri del NORM  – Aliquota Radiomobile della Compagnia di Todi, hanno acciuffato l’autore del furto di un’autovettura, poco dopo essere stata asportata a un pensionato di Massa Martana, che l’aveva lasciata parcheggiata nei pressi della sua abitazione.

P.V., 40enne disoccupato e già noto alle forze dell’ordine, approfittando di un momento di distrazione della vittima, dopo aver individuato l’autovettura, lasciata provvisoriamente con le chiavi inserite, se ne impossessava e si allontanava in direzione di Todi. Dopo poco il veicolo asportato veniva incrociato da un figlio del derubato, il quale notava a bordo un uomo ed una donna e pertanto dava l’allarme ai Carabinieri.

© Protetto da Copyright DMCA

Una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile, in servizio di controllo del territorio nella zona sud della Media Valle del Tevere, prontamente allertata dalla centrale operativa tuderte, si poneva immediatamente alla ricerca dell’autovettura segnalata, rintracciandola nei pressi dell’abitato di Massa Martana.

Una volta identificato, lo stesso autore del furto risultava sprovvisto di patente di guida in quanto precedentemente revocatagli e, siccome emanava un forte alito vinoso, veniva sottoposto al test alcolimetrico, dal quale ne scaturiva il risultato  molto superiore al limite massimo consentito.

Stante ciò, l’uomo veniva dichiarato in stato di arresto per furto aggravato e, dopo le formalità di rito, su disposizione del P.M. di turno, veniva accompagnato agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, in attesa dell’udienza di convalida e del rito direttissimo, oltre ad essere deferito a piede libero per guida senza patente ed in stato di ebbrezza alcolica.

Anche la compagna di questo veniva denunciata in stato di libertà all’A.G. per concorso nel delitto di furto aggravato. Il Giudice del Tribunale di Spoleto, convalidando l’arresto operato dai Carabinieri, disponeva la misura cautelare degli arresti domiciliari e rinviava l’udienza al prossimo 27 maggio.

Arrestato


Scrivi in redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*