2 giugno, il Comune di Deruta consegnerà ai 18enni la costituzione italiana

 
Chiama o scrivi in redazione


2 giugno, il Comune di Deruta consegnerà ai 18enni la costituzione italiana

2 giugno, il Comune di Deruta consegnerà ai 18enni la costituzione italiana

2 giugno, il sindaco di Deruta, Michele Toniaccini, con la sua giunta, per celebrare la Festa della Repubblica e i suoi alti valori consegnerà ai neo 18enni, nel pomeriggio, nel corso di una cerimonia alle 18.30, presso il Chiostro del Museo regionale della ceramica, una copia della Costituzione italiana avvolta nella bandiera italiana.

“I 18 anni – afferma Toniaccini – sono un’età fondamentale nella vita di una persona, perché rafforzano il suo percorso di partecipazione attiva alla comunità, perché vengono assunte decisioni importanti per il proprio futuro e perché si esercita un diritto che ritengo inviolabile, quello al voto. Io e la mia giunta abbiamo voluto condividere con i neo 18enni questo passaggio della loro vita, consegnando loro la Costituzione Italiana, avvolta nella bandiera tricolore, proprio nel giorno della Festa della Repubblica.

Il 2 Giugno 1946 gli italiani scelsero, come forma Istituzionale, attraverso il referendum, la Repubblica; decisero il futuro della nostra Nazione, dando il via al processo democratico dal quale, 18 mesi più tardi, grazie all’impegno di uomini sapienti e lungimiranti, nacque la Costituzione Italiana, la nostra Legge fondamentale che reca i principi cardine della Repubblica, della Democrazia, della Libertà. Quella libertà che anche i giovani sono tenuti a difendere, assieme agli alti valori della democrazia. Leggendo la Costituzione si possono trovare tante risposte che utili nella vita di tutti i giorni.

La Festa della Repubblica ci ricorda pagine di storia, ma ci insegna ancora oggi l’importanza della partecipazione civica e della responsabilità individuale dei giovani 18enni, che li vede diventare a tutti gli effetti cittadini con diritti e doveri.
Concludo con le parole di Piero Calamandrei, uno dei padri della Costituzione italiana: “… Quindi voi giovani alla Costituzione dovete dare il vostro spirito, la vostra gioventù, farla vivere, sentirla come cosa vostra, metterci dentro il senso civico, la coscienza civica, rendersi conto – questa è una delle gioie della vita – rendersi conto che ognuno di noi, nel mondo, non è solo! Che siamo in più, che siamo parte di un tutto, tutto nei limiti dell’Italia e nel mondo…”
Con l’augurio che anche i giovani possano contribuire a rendere sempre più viva e attuale questa nostra Costituzione!”.


Scrivi in redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*