Traiano, l’Imperatore Ottimo: Nuova Luce sulla sua Origine Umbra

Mirko Rizzotto difende le origini umbre dell'imperatore Traiano nel suo nuovo libro

Traiano, l'Imperatore Ottimo: Nuova Luce sulla sua Origine Umbra

Traiano, l’Imperatore Ottimo: Nuova Luce sulla sua Origine Umbra

L’illustre imperatore Traiano, noto per essere passato alla storia come l’Optimus Princeps, aveva le sue radici a Todi, secondo quanto sostiene lo scrittore Mirko Rizzotto nel suo recente libro “Traiano, il migliore imperatore di Roma. Una biografia militare”. Il volume, pubblicato da Graphe.it, casa editrice indipendente di Perugia con oltre 18 anni di esperienza, esplora la vita dell’imperatore, amato dai romani per le sue battaglie e salito al trono di Roma nel 98 d.C..

Nonostante la sua fama, le fonti ufficiali non forniscono molte informazioni sulla vita di Traiano a Roma o sulle sue battaglie. I suoi contemporanei ritenevano che fosse così noto da non essere necessario documentare la sua infanzia e la sua adolescenza, il periodo trascorso prima di diventare soldato. Il libro di Rizzotto cerca di colmare questa lacuna, ricostruendo la persona, la vita, le campagne militari e le grandi conquiste di Traiano.

Nel primo capitolo, Rizzotto presenta una chiara documentazione delle origini di Traiano. Marco Ulpio Traiano nacque nella città spagnola di Italica (l’odierna Santiponce, a otto chilometri da Siviglia) il 18 settembre del 53 d.C., in una famiglia di coloni di origine umbra, gli Ulpii, che traggono le loro remote origini da Tuder, l’attuale Todi.

Recentemente, diversi studiosi spagnoli hanno contestato l’origine umbra della gens di Traiano. Secondo loro, la parola Tuder nei manoscritti sarebbe una corruzione per urbe Turdetana, un termine che indicherebbe una regione ispanica, che non avrebbe nulla a che fare con l’Umbria. Questa interpretazione, sebbene ben argomentata, ignora secoli di importanti indizi e una lunga tradizione che vuole la famiglia del futuro imperatore radicata sul suolo umbro.

Secondo gli studi di Rizzotto, gli Ulpii lasciarono Todi tra il II e il I secolo a.C., attratti dalla crescente prosperità di Italica e dalle opportunità di arricchimento che essa offriva, diventando così una famiglia facoltosa. Il libro “Traiano, il migliore imperatore di Roma” cerca quindi di ricostruire, nel modo più documentato possibile, le vicissitudini di questo grande imperatore originario della famiglia Ulpia.

Mirko Rizzotto, nato a Cologna Veneta, provincia di Verona, nel 1976, è laureato in Storia romana all’Università di Padova. È insegnante di Italiano e Storia nell’istituto comprensivo statale del proprio paese natale dal 2004. Ha collaborato come redattore della rivista di bizantinistica Porphyra, diretta da Nicola Bergamo. È direttore editoriale di varie collane per una casa editrice patavina e collaboratore con l’editore statunitense ABC-Clio (California). Con Graphe.it edizioni ha pubblicato: Menandro il conquistatore (2017), Attila l’Unno (2019), Artù (2021) e, ora, Traiano, il migliore imperatore di Roma.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*