Torgiano, due linee di finanziamenti per il MACC

Torgiano, due linee di finanziamenti per il MACC

Il Comune di Torgiano, in particolare il Parco delle Sculture di Brufa, aveva visto la consacrazione da partedel Ministero per i Beni e le Attività Culturali già nel 2021, grazie al finanziamento ottenuto con il Bando PAC2020 (Piano Arte Contemporanea), con il quale è stata realizzata una nuova scultura (Opera SEGNALE/PORTALE- Architettura-Natura, di Ugo La Pietra), posizionata all’interno del Parco.

Fonte Ufficio Stampa
Comune di Torgiano

Ora arriva un’altra bella notizia da Roma, due nuove linee di finanziamento dal Ministero della Cultura, in particolare dalla Direzione Generale Musei, che attraverso il doppio bando denominato “Piccoli Musei”, ha concesso al MACC (Museo d’arte ceramica contemporanea) di Torgiano, un finanziamento per poter potenziare le attività espositive.

Il MACC ha infatti recentemente annesso alla propria gestione le sale espositive di Palazzo Graziani Baglioni, dove al momento è in corso la personale, “OTTAVI”, dell’artista ceramista umbro Bruno Ceccobelli, visitabile fino al 27 febbraio 2022.

Un grande esordio, questo, della stagione espositiva invernale per il Palazzo Graziani Baglioni, tornato a nuova luce dopo i recenti restauri e grazie anche all’impegno dell’Assessore alla Cultura, Elena Falaschi, che ha messo in campo una serie di attività, che si succederanno durante tutto l’anno, e si apprestano a far diventare lo spazio un importante e vivace centro di promozione delle arti contemporanee in Umbria.

Con l’occasione l’Assessore Falaschi ha anticipato quelle che saranno le prossime iniziative museali a cura dello storico dell’arte, Lorenzo Fiorucci. In particolare la mostra dedicata allo scultore Joaquìn Roca Ray (da Marzo 2022), in vista del centenario dalla sua nascita, nel 2023, e a seguire la bipersonale degli artisti Clara Garesio e Giuseppe Pirozzi, una coppia dell’arte contemporanea, protagonista della scultura ceramica da oltre sessant’anni.

A chiudere il periodo estivo ci sarà invece la personale dello scultore romano, ma attivo da anni a Pietrasanta, Claudio Capotondi, con una mostra di progetti di sculture ambientali e bozzetti.

Si prospetta cosi per il MACC una nuova stagione espositiva brillante e vivace, facendolo diventare così uno fra i musei più attivi, dedicato al contemporaneo, della Regione Umbria.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*