Todi – In scena Lili Elbe Show, liberamente ispirato al romanzo The Danish Girl 

Todi - In scena Lili Elbe Show, liberamente ispirato al romanzo The Danish Girl 

Todi – In scena Lili Elbe Show, il nuovo balletto di Riva&Repele liberamente ispirato al romanzo The Danish Girl 

Domenica 26 febbraio alle 17 al Teatro Comunale

Todi – La Stagione 22/23 del Teatro Comunale di Todi ospita Lili Elbe Show, il nuovo balletto di Riva&Repele, in scena domenica 26 febbraio alle 17. Lo spettacolo è a firma di Sasha Riva e Simone Repele ed è interpretato dai due coreografi/ballerini insieme a Silvia Azzoni (principal, Hamburg Ballet John Neumeier, sostituita da Nadika Mohn dal 26 febbraio in poi), Jamal Callender e Christine Ceconello. Una lunga e amorevole gestazione iniziata nel 2020 e sfociata in un parto a tutti gli effetti, un balletto avvincente, di profonda attinenza al sentire di oggi. 

Liberamente ispirato al romanzo La danese (The Danish Girl) di David Ebershoff, divenuto nel 2015 un pluripremiato film diretto da Tom Hooper e interpretato da Eddie Redmayne e Alicia Vikander (premio Oscar), Lili Elbe Show racconta in una successione di poetici quadri la vita del pittore paesaggista Einar Wegener – divenuto Lili Elbe, una delle prime transgender della storia – e della moglie, la ritrattista Gerda Wegener, narrando con rara sensibilità una vicenda intima e solo apparentemente remota ma che è invece molto vicina allo spirito di oggi la cui missione è giungere ad accettare l’assoluta normalità di ogni modo di essere.

Lili Elbe Show si snoda su due piani mostrandoci i fatti biografici della vicenda di Einar (Sasha Riva) alla ricerca della propria identità, e della moglie Gerda (Silvia Azzoni) che lo ha sempre sostenuto amando, sì l’uomo (e di questo soffrendo), ma soprattutto l’anima dell’essere umano la cui dimensione esiste aldilà del genere e del tempo. Al contempo, Lili Elbe Show ci mostra i paesaggi onirici delle anime dei due artisti e gli “esseri” che le popolano. Tra questi vi sono l’ “estro artistico” (Simone Repele), spirito guida comune ai due pittori, e la “petite femme fatale”, imprigionata in un corpo maschile e che preme per uscirvi, come fa la scultura, già lì pronta e perfetta nella sue fattezze, dal marmo. E quando, grazie anche a Gerda (colei che per prima ha saputo vedere l’immagine esatta di Einar, ritraendolo nei panni di Lili, “la ragazza danese”), tale immagine riuscirà a emergere, ecco che si assiste al compimento del Lili Elbe Show: lo show che ogni essere umano è destinato ad allestire sul grande palcoscenico della vita.

“La cosa importante per noi” – dichiarano Sasha Riva e Simone Repele – “non era fare un balletto narrativo, bensì di mostrare i sentimenti di Einar e di Gerda, di raccontare una storia che non è legata a un luogo e un tempo specifici. È la storia dell’artista/essere umano che scopre mille sfaccettature di sé stesso e lotta per portarle alle luce. Perché ognuno possa ricercare la propria libertà di espressione nella propria vita.”

Sulle note di J. S. Bach, Max Richter, musiche folk danesi e una canzone di Antony and the Johnsons, e con i costumi di Francesco Murano e luci di Alessandro Caso, Lili Elbe Show è una coproduzione Riva&Repele, Daniele Cipriani Entertainment e Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano.

Info e biglietti

È possibile prenotare al Botteghino Telefonico Regionale del Teatro Stabile dell’Umbria 075 57542222, dal lunedì al sabato dalle 17 alle 20. 

Acquisto online: www.teatrostabile.umbria.it 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*