Todi, il Consiglio Comunale ha deciso per il futuro energetico del Comune

 
Chiama o scrivi in redazione


Todi, il Consiglio Comunale ha deciso per il futuro energetico del Comune

Todi, il Consiglio Comunale ha deciso per il futuro energetico del Comune

Nella scorsa seduta, il Consiglio Comunale ha dato il via alla procedura per l’efficientamento energetico, la manutenzione e la fornitura di energia elettrica e termica degli impianti di pubblica illuminazione e degli impianti termici ed elettrici delle sedi comunali. La decisione del Consiglio Comunale è stata assunta alla fine di un lungo iter valutativo, nel quale un’apposita commissione tecnica aveva individuato quale fosse, tra le varie opzioni che erano state offerte al Comune, la più conveniente.

 


staff del Sindaco del Comune di Todi – Ufficio Stampa


La nuova concessione per la pubblica illuminazione avrà durata di sedici anni e vedrà la sostituzione di 3556 punti luce, pari al 90 % del totale, con l’accorpamento dei quadri elettrici attualmente esistenti. Alla fine degli interventi gli impianti della pubblica illuminazione saranno, tutti, adeguati normativamente. Con questo intervento, finalmente, avremo entro un anno e mezzo il completo rifacimento di tutti gli impianti di illuminazione delle 37 frazioni del Comune. I corpi illuminanti di ultima generazione, porteranno ad un risparmio di consumi pari al 73,01 %, con un risparmio di 506 tonnellate sulla produzione annua di Anidride Carbonica.

Per ciò che concerne gli impianti interni alle sedi comunali, per il solo gas metano porteranno ad un beneficio energetico di oltre 200.000 Kwh / anno, con la previsione della creazione di 10 impianti fotovoltaici per oltre 80 Kwp. Verranno completamente rimessi a norma tutti gli impianti, per un investimento di € 1.829.830 in 12 mesi. A ciò, si aggiunga che sono stati previsti lavori per le pareti esterne di cinque scuole, per le coperture di otto scuole e gli infissi di cinque scuole. I nuovi impianti per il riscaldamento e la energia elettrica comporteranno una riduzione dei consumi fino al 25,43 % con un risparmio di 138,9 tonnellate sulla produzione annua di Anidride Carbonica.

All’esito della gara, il Comune pagherà un canone annuo pari ad € 655.755, per tutti i consumi dei servizi a rete, per un totale complessivo di € 10.409.309, con un decisivo risparmio, rispetto alla spesa storica. A ciò si aggiunge che nei costi sopra indicati saranno compresi investimenti per € 3.933.679, che porteranno il Comune ad avere una rete di servizi di livello internazionale. Individuato il proponente, nei prossimi giorni verrà iniziata la procedura di gara, che si prevede avrà termine entro l’estate, in modo che, con l’autunno e la ripresa del picco dei consumi potranno cominciare ad essere effettuati i primi decisivi interventi di efficientamento.

Grazie a questo importantissimo progetto, che per dimensioni economiche è il più cospicuo mai realizzato nel nostro Comune, continuerà il percorso virtuoso della nostra Città verso un futuro Carbon Free, sul quale in questi anni è stato così abbondantemente investito. Todi si conferma la città più sostenibile del mondo. Non possiamo dimenticare, infatti ed in tal senso, che la prima sfida che debbono affrontare i comuni è la riduzione dei consumi di circa il 40% rispetto a quelli attuali, secondo il principio europeo “energy efficiency first”.

Questa fondamentale iniziativa è stata possibile soltanto grazie al lavoro degli uffici, guidati dall’Assessore Moreno Primieri e dall’Assessore Elena Baglioni, ai quali va il ringraziamento di tutto il Comune per l’opportunità che hanno saputo così brillantemente cogliere.


Scrivi in redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*