Todi festival, si inaugura con il debutto Walter Veltroni e si chiude con Loredana Bertè

 
Chiama o scrivi in redazione


Todi festival, si inaugura con il debutto Walter Veltroni e si chiude con Loredana Bertè

Todi festival, si inaugura con il debutto Walter Veltroni e si chiude con Loredana Bertè

È stato presentato questa mattina, presso il Salone d’Onore di Palazzo Donini a Perugia, il programma della XXXV edizione di Todi Festival, kermesse di teatro, musica e arti visive, fondata nel 1987 da Silvano Spada, che si terrà dal 28 Agosto al 5 Settembre 2021.

Uno dei principali appuntamenti culturali in Umbria e in Italia a presentare il quale, insieme all’Assessore alla Cultura della Regione Umbria, Paola Agabiti e al Sindaco di Todi, Antonino Ruggiano, c’erano il Direttore Artistico di Todi Festival 2021, Eugenio Guarducci, la Curatrice della Mostra Labyr-Into. Dentro il labirinto di Arnaldo PomodoroFrancesca Valente e il Direttore Generale di Todi Festival 2021, Daniela De Paolis. Confermata dunque, per il sesto anno consecutivo, la direzione artistica di Eugenio Guarducci e l’organizzazione in capo all’Agenzia Sedicieventi, grazie al successo delle ultime cinque edizioni.

“Torna – afferma l’Assessore alla Cultura della Regione Umbria, Paola Agabiti –  lo straordinario connubio tra la Città di Todi ed il suo Festival, giunto quest’anno alla 35esima edizione. Un appuntamento importante nel panorama culturale dell’Umbria, forte di un programma variegato, con molte opere inedite e prime nazionali, eppure fortemente ancorato al territorio ed in continuità con la filosofia innovativa che sin dall’inizio ha caratterizzato questa manifestazione.  La presenza del Todi Festival in Umbria, oltre che per la sua valenza artistica e culturale, costituisce un fattore di animazione turistica e di promozione dell’intero territorio regionale. Lo spettacolo dal vivo, che finalmente possiamo tornare a fruire in presenza, è volano indiscusso per la ripresa ed il ritorno alla normalità dopo la pandemia. È con questa convinzione che, come assessorato, abbiamo individuato nuove strategie per lo spettacolo e la cultura e sostegni concreti per rilanciare un settore che è fondamentale nell’ambito delle politiche di sviluppo dell’Umbria”.

“Quando, qualche anno fa – dichiara il Sindaco di Todi, Antonino Ruggiano –  Silvano Spada ebbe l’intuizione di lasciare il Suo testimone ad Eugenio Guarducci, il creatore di Todi Festival dimostrò, come sempre ha fatto nella sua vita, genio e lungimiranza. In questi anni, Todi Festival ha consolidato, infatti, il suo ruolo di “incubatore principe” del teatro, della danza e delle arti visive. Quest’anno, ancora una volta, il Direttore Artistico ha confezionato un programma incredibile, che, a partire dalla prima de “L’inizio del buio” di Walter Veltroni, ci accompagnerà per una settimana di grandissimo fascino. Teatro, grande cultura, libri, rassegne di teatro e danza contemporanee con Todi Off, masterclass, con la cornice di Arnaldo Pomodoro e della sua affascinante scultura, faranno della Nostra Città ancora una volta, uno dei centri della cultura italiana”.

Un Festival che ha sempre rivendicato dinamismo, novità e freschezza e che conferma e rafforza il suo indirizzo verso opere ineditedebutti nazionali ed esclusive regionali con la contaminazione tra generi quali teatro, musica, letteratura e arte contemporanea. Proponendo, tra gli altri, spettacoli e incontri concepiti appositamente per determinati contenitori culturali cittadini. Sempre nell’intento di costruire un’offerta quanto più ampia e variegata, Todi Festival anche quest’anno non prevede repliche di spettacoli, presentando ogni giorno un programma diverso.

Questa mattina – afferma Eugenio Guarducci, Direttore Artistico di Todi Festival 2021 – grazie alle Teche Rai, abbiamo potuto rendere omaggio a due grandi artiste italiane scomparse negli ultimi mesi: Franca Valeri e Carla Fracci. Entrambe furono protagoniste della prima edizione di Todi Festival nel 1987. In questo documento le loro dichiarazioni, unite a quelle del visionario fondatore del Festival Silvano Spada, hanno ancora una straordinaria valenza. Vogliamo quindi dedicare l’edizione 2021 a loro e all’indimenticabile Gigi Proietti, anche lui in passato protagonista di questo importante appuntamento culturale della nostra regione”.

Un dialogo costante tra passato e futuro, quindi, perfettamente rappresentati nel Manifesto di quest’anno. È infatti lo scultore Arnaldo Pomodoro a firmare l’immagine che accompagnerà la promozione e lo svolgimento della XXXV edizione. “Per il manifesto del Todi Festival 2021 – dichiara Arnaldo Pomodoro – ho pensato di riprendere – in forma di segno grafico – uno dei miei Scettri, libero dalla sua base fissa e dal peso della materia. I cinque Scettri in alluminio, che ho ideato per la mia sala personale alla Biennale di Venezia del 1988, saranno installati nei Giardini Oberdan di Todi, dove potranno manifestare al meglio la loro valenza di segnali astratti come antenne del futuro e, allo stesso tempo, maschere tribali: negli Scettri ho voluto, infatti, esprimere un senso arcaico legato a un immaginario tecnologico, futuribile”.

Il proficuo incontro tra Todi Festival e l’opera del Maestro è frutto della collaborazione con la Fondazione Progetti Beverly Pepper di Todi e la Fondazione Arnaldo Pomodoro di Milano, già attive nell’organizzazione della seconda edizione del Festival delle Arti, in programma a partire dal 24 Luglio e che proseguirà anche durante il Todi Festival. In omaggio all’artista, il Comune di Todi ha infatti programmato la mostra temporanea “Labyr-Into. Dentro il labirinto di Arnaldo Pomodoro” che sarà allestita nella suggestiva Sala delle Pietre. L’esposizione verrà inaugurata nel corso della prima giornata del Todi Festival, Sabato 28 Agosto e il vernissage sarà preceduto da un Art Talk della curatrice Francesca Valente in conversazione con Bruno Corà, Fondazione Burri (Città di Castello), Marco Tonelli, Palazzo Collicola (Spoleto) e Federico Giani, Fondazione Arnaldo Pomodoro (Milano).

“L’Ingresso nel labirinto (1995-2011), nato come work in progress alla metà degli anni Novanta – dichiara Francesca Valente, Curatrice della Mostra – è un environment di circa 170 mq visitabile a Milano. È la summa di Pomodoro come uomo e come artista, questa volta assurto a Dedalo contemporaneo,  punto di arrivo di un percorso unico nel suo genere. Sarà possibile ammirarlo a Todi in una libera interpretazione firmata da Oliver Pavicevic e Steve Piccolo che ne ricostruiscono gli ambienti  in realtà virtuale, utilizzando innovative tecnologie olofoniche in un’esperienza multi-sensoriale davvero coinvolgente. Viaggio interiore che invita all’auto-analisi e alla metamorfosi, l’opera è ispirata all’Epopea di Gilgamesh, primo poema epico dell’umanità inciso su tavole d’argilla in caratteri cuneiformi; scritture primordiali e insondabili ma aperte al contempo ad ogni interpretazione”.


TUTTI GLI APPUNTAMENTI DI TODI FESTIVAL 2021

Main Stage | Teatro Comunale di Todi, Chiostro di San Fortunato e Piazza del Popolo 

Una ricca serie di appuntamenti attende il pubblico del Teatro Comunale. Ad aprire il Festival, Sabato 28 Agosto, alle ore 21, il debutto nazionale de L’inizio del buio di Walter Veltroni, regia di Peppino Mazzotta, con Giancarlo Fares e Sara Valerio. L’incontro di due storie fortemente radicate nella memoria degli italiani che, caso ha voluto, si sono svolte negli stessi giorni: la vicenda di Alfredino Rampi e quella di Roberto Peci. La mano di Walter Veltroni guida un racconto emozionante e coinvolgente a due voci che chiede di riflettere sull’ingresso prepotente della televisione nelle nostre vite.

Domenica 29 Agosto, ancora un debutto nazionale sul palco del Teatro Comunale, alle ore 21, con Boomerang – Gli illusionisti della danza: autore e coreografo Cristiano Fagioli, con Cristina Ledri, Alessandra Odoardi, Chiara Pagano, Francesca Benedetti, Giovanni Imbroglia, Marco Mantovani, William Mazzei e Jonathan Castillo. RBR Dance Company Illusionistheatre, attiva da anni con progetti artistici volti a sensibilizzare verso il rispetto per l’ambiente, presenta la sua nuova produzione: un viaggio onirico che, supportato da scelte registiche altamente ipnotiche, l’uso magistrale di luci e da musiche evocative, inizia con la comparsa della vita sulla terra e la nascita dell’uomo, sviluppandosi poi in tre ambienti diversi ma tra loro collegati dalla presenza, diretta o indiretta, del genere umano.

Si torna alla prosa Lunedì 30 Agosto, sempre al Teatro Comunale alle ore 21, con il debutto nazionale de La febbre di Wallace Shawn, con la regia di Veronica Cruciani e Federica Fracassi protagonista. Il monologo propone un’elaborata denuncia del capitalismo globale, feroce e ironicamente divertente, messa in bocca a una donna benestante, consapevole di ogni paradosso, mentre guarda indietro a una vita agiata resa possibile dalla povertà degli altri.

Si prosegue con la prosa Martedì 31 Agosto, alle ore 21.00 al Teatro Comunale di Todi, con il debutto nazionale de La vespa, testo inedito firmato da Morgan Lloyd Malcolm, con la regia di Piergiorgio Piccoli. Sul palco Guenda Goria, di nuovo a Todi Festival dopo il successo de La pianista perfetta, insieme a Miriam Galanti. Enrica e Carla, le protagoniste di questo pungente thriller psicologico, non si vedono dai tempi della scuola. Le loro vite hanno avuto dei percorsi molto diversi: Carla vive alla giornata, mentre Erica è una donna in carriera. Sono in un bar, bevono tè e intrattengono una strana conversazione fino a quando Erica non estrae una borsa contenente una considerevole somma di denaro: la ricompensa per un’inaspettata richiesta.

In prima nazionale, Mercoledì 1 Settembre sarà la volta di Emigranti di Sławomir Mrożek, in scena alle ore 21.00 al Teatro Comunale di Todi, con la regia di Claudio Jankowski e il testo di uno dei maggiori drammaturghi della Polonia e dell’Europa Orientale affidato all’interpretazione di Riccardo Barbera e Roberto D’Alessandro. Sławomir Mrożek scrive il suo capolavoro nel 1974 e in parte racconta la sua personale vicenda di emigrato nella dura Parigi. Questa biografia drammaturgica riporta in scena due personaggi senza nome, AA, XX, con evidenti richiami all’accattivante Teatro dell’Assurdo.

Giovedì 2 Settembre ancora un debutto nazionale, in programma alle ore 21 sul palco del Teatro Comunale, con E.T._ L’incredibile storia di Elio Trenta firmata Luigi Diberti e Gianmario Pagano, con la regia di Francesco Frangipane. Sul palco Luigi Diberti, accompagnato dalle musiche dal vivo di Raffaele Toninelli. Un’occasione doverosa per conoscere questo sconosciuto ragazzino umbro, vissuto un secolo fa e scomparso troppo presto; giovanissimo sognatore, curioso e intraprendente emblema della genialità italiana. Nato a Città della Pieve nel 1913 e morto all’età di 21 anni, Elio Trenta ebbe comunque il tempo di inventare e registrare il primo brevetto del “rapportatore di velocità per macchine in genere” ovvero del popolarissimo cambio automatico.

Venerdì 3 Settembre, spazio alla valorizzazione dello splendido Chiostro di San Fortunato dove alle ore 21.00 andrà in scena, in esclusiva regionaleGola e altri pezzi brevi di Mattia Torre, letti da Valerio Aprea. I tre monologhi dell’affermato autore, GolaColpa di un altro e Yes I can oltre a uno stralcio di In mezzo al mare, verranno proposti da Aprea in un assolo spietato ed esilarante al tempo stesso, che fotografa un paese votato inesorabilmente al raggiro, alla menzogna, al disperato inseguimento di un lusso sfrenato e delirante. Il tutto sulle musiche di Giuliano Taviani e Carmelo Travia composte per Figli, l’ultimo film scritto da Torre.

Si torna al Teatro Comunale Sabato 4 Settembre con lo spettacolo, in esclusiva regionaleStorie della buonanotte per bambine ribelli. Tratto dall’omonimo best-seller di Elena Favilli e Francesca Cavallo, vede in scena Margherita Vicario accompagnata dalle musiche dal vivo dell’Orchestra Multietnica di Arezzo, diretta dal Maestro Enrico Fink. C’era una volta… una principessa? Macché! C’era una volta una bambina che voleva andare su Marte. Ce n’era un’altra che diventò la più forte tennista al mondo e un’altra ancora che scoprì la metamorfosi delle farfalle. L’attrice e cantautrice Margherita Vicario dà voce a scienziate, pittrici, astronaute, sollevatrici di pesi, musiciste, giudici, chef… Esempi di coraggio, determinazione e generosità per tutti i giovani sognatori.

Grande chiusura, Domenica 5 Settembre alle ore 21, nella splendida cornice di Piazza del Popolo, con Loredana Bertè e il suo Figlia di… Summer Tour 2021, in esclusiva regionale. Dopo l’apprezzatissima esibizione sul palco dell’Ariston a Sanremo e il lancio del singolo “Che sogno incredibile” che la vede protagonista con Emma Marrone, l’artista è felicissima di tornare sul palco con un selezionatissimo tour che attraverserà tutta la penisola e impaziente di rimettere in moto l’intera macchina della musica dal vivo per assaporare, insieme alla sua band e a tutti i tecnici, l’abbraccio del pubblico. 

Teatro Nido dell’Aquila e Terrazza esterna | Rassegna Todi Off #5

Alla sua quinta edizione, Todi Festival torna con Todi Off, la seguitissima rassegna di teatro e danza contemporanei orientata sin dalla sua nascita alla formazione di pubblico e artisti per un loro avvicinamento al teatro di ricerca. A cura di Teatro di Sacco, diretto da Roberto Biselli con il supporto organizzativo di Biancamaria Cola, Todi Off si articolerà in otto giornate con sei spettacoli – di cui cinque debutti assoluti un’anteprima nazionale – e altrettanti incontri di formazione rivolti agli spettatori, che ogni mattina si ritroveranno per commentare quanto visto la sera precedente. Ad arricchire la sezione Off, l’incontro pubblico Se non ora, quando? sulle “funzioni” della scena contemporanea in Italia, in programma Martedi 31 Agosto e coordinato da Enrico Pastore.

Gli spettacoli della rassegna Todi Off si terranno Domenica 29 a Lunedì 30 Agosto e poi da Mercoledì 1 a Sabato 4 Settembre, alle ore 19, presso il suggestivo Nido dell’Aquila. Queste le proposte in programma, selezionate attraverso una call che ha contato all’appello ben 451 candidature pervenute da tutta Italia: Il bambolo di Irene Petra Zani, con Linda Caridi, regia di Giampiero Judica; Hu|Or|ME di Kinesis CDC; Eufemia di Giorgia Lolli; Acqua Viva: provando a cogliere la quarta dimensione dell’istante che da quanto è fuggevole già non è più con Elena Arvigo da Clarice Lispector; Oriri di Paolo Rosini | Bambula project; Rimini del Gruppo RMN in collaborazione con Ginkgo Teatro.

Le Masterclass e il Laboratorio di Teatro e Critica | Palazzo del Vignola

Sono ben quattro gli appuntamenti, tra Masterclass e Laboratori, in programma presso lo splendido Palazzo del Vignola: dal 30 Agosto al 3 Settembre Francesca Della Monica condurrà La voce scenica che avrà come tema l’esplorazione dell’azione vocale in relazione allo spazio scenico e alla sua gestualità, come fenomeno antropologico e performativo. Dal 29 Agosto al 2 Settembre, Liv Ferracchiati tornerà Todi Festival con la Masterclass Mi fa male l’autofiction rivolta a drammaturghi, drammaturghe, attori, attrici, performer o registi orientati alla scrittura, desiderosi di dare una risposta a domande quali Cosa trasforma l’esperienza in arte? Quale è la differenza tra l’essere un autore e raccontare i fatti propri? E ancora, Dal 29 Agosto al 2 Settembre, Enzo Vetrano e Stefano Randisi condurranno la masterclass The Queen is dead – Uno studio sul Macbeth: un’indagine sulla follia e sulla memoria di Macbeth e della Lady accompagnata da una ricerca di verità scenica a partire dalla sensibilità individuale dell’attore. Per informazioni e iscrizioni relative alle tre masterclass è possibile scrivere a todioff2021@teatrodisacco.it .

Nell’ambito della collaborazione tra Todi Festival e la rivista online Teatro e Critica, dal 28 Agosto al 5 Settembre Todi tornerà a essere la sede del Laboratorio di scrittura critica e giornalismo teatrale condotto quest’anno da Viviana Raciti. Mettendo da parte lo schema della lezione frontale, il progetto ha come scopo quello di formare – tramite il dialogo e il lavoro di gruppo – uno sguardo attento, partecipato e approfondito sulle arti della scena. La chiamata è rivolta a spettatori e spettatrici, amanti del teatro, artisti e giovani firme della stampa locale. Per tutta la durata del Festival, il gruppo seguirà gli spettacoli e le attività, per raccontarle quotidianamente lavorando come una vera e propria redazione giornalistica, pubblicando un foglio quotidiano dal titolo Infinito Futuro, distribuito nei luoghi del Festival.

Per informazioni e iscrizioni relative al Laboratorio di scrittura critica e giornalismo teatrale è possibile scrivere a teatroecriticalab@gmail.com .

Rassegna Around Todi

Spazio anche quest’anno alla valorizzazione delle eccellenze del territorio e agli appuntamenti letterari.

Domenica 29 Agosto, alle ore 18.00, presso la Chiesa della Annunziata a Borgo si terrà il Concerto Inaugurale per Organo del Maestro Adriano Falcioni, in occasione del restauro dello storico Organo Morettini finanziato dal Rotary Club Todi e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia.

I nostri passeri da combattimento si chiamano David Bowie, Peter Brook, Alighiero Boetti e Charles Bukowski è il recital di poesia che andrà in scena Lunedì 30 Agosto, alle ore 19, presso il Chiostro di San Fortunato. Lo spettacolo del Trio Recidivi Bovi Tardivi – composto da Adele Boetti, Caterina Lo Bue e Luca Tardiola – porterà in scena la rilettura in chiave teatrale di un insieme eterogeneo di testi che trae il suo principale spunto dal terzo libro di Matteo Boetti Il mio passero da combattimento si chiamava Cipolla, dedicato al padre Alighiero, artista di spicco dagli anni 60 ai 90.

Martedì 31 Agosto, alle ore 19, all’Arena Palazzo Francisci sarà la volta di Insonnia. Storia del bambino che non voleva crescere, liberamente ispirato ai romanzi Peter e Wendy e L’uccellino bianco di J. M. Barrie, confermando la proficua collaborazione tra Todi Festival e le ospiti del Centro DCA-Disturbi del Comportamento Alimentare e del Centro diurno Il Nido delle Rondini ancora una volta protagoniste di una coinvolgente performance diretta da Costanza Pannacci e Raffaella Fasoli.

Tornano inoltre gli Incontri con l’Autore, alle ore 18, presso l’accogliente Sala del Consiglio del Comune di Todi. Spazio quindi, Lunedì 30 Agosto, a Cristina Battocletti e al suo Giorgio Strehler. Il ragazzo di Trieste. Vita, morte e miracoli. Grazie alla rinnovata partnership con il prestigioso Premio Andersen, Mercoledì 1 Settembre sarà la volta di Cristina Bellemo, Miglior Scrittrice 2021, che insieme ad Alessandra Comparozzi, Presidente Associazione Birba, incontrerà grandi e piccini all’insegna di coinvolgenti letture. Appuntamento, Giovedì 2 Settembre, con la presentazione del volume Una Cina che raccoglie i migliori scatti di Paola Ghirotti tra il 1985 e il 2003. Insieme all’autrice, interverranno i co-autori Elvira Agnese e Roberto steve Gobesso. E ancora Venerdì 3 Settembre, appuntamento con Alessio Boni e il suo Mordere la nebbia. Modererà la presentazione Pierluigi Pietricola di Sipario. A chiudere gli Incontri con l’AutoreSabato 4 Settembre, il Generale Leonardo Tricarico che con Gregory Alegi presenterà al pubblico il libro Ustica, un’ingiustizia civile.

Inoltre, sempre presso la Sala del Consiglio del Comune di Todi, la mattina di Venerdì 3 Settembre, si terrà l’edizione speciale Premio Aila “Progetto Donna” nel corso della quale la Fondazione Aila per la lotta all’artrosi e all’osteoporosi, presieduta dal Prof. Francesco Bove, assegnerà i premi a personalità della cultura e della scienza che con la loro attività si sono distinte a favore della donna. Seguirà una Tavola Rotonda con illustri esperti su Progetto donna, cultura, arte, società e salute. In serata, presso il Borgo dei Cipressi di Todi, Music & Science: concerto con gli Affetti Collaterali, a suon di rock anni 60 e 70.

E ancora, appuntamenti dedicati all’arte contemporanea e alla fotografia in collaborazione, rispettivamente, con UNU unonell’unico PHOTODI che, insieme ad ABC Eventi e Pro Todi, darà vita al progetto Le radici del futuro. Il volto di una comunità: una raccolta di ritratti fotografici dei cittadini tuderti, nata per favorire lo spirito comunitario nell’attuale epoca del “distanziamento sociale”. In forma di evento/happening, l’iniziativa si svolgerà presso l’ex Sala delle Udienze.

Gli spettacoli e gli incontri delle Rassegne Todi Off e Around Todi sono a ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria.

I biglietti per gli spettacoli Main Stage sono acquistabili sul sito www.todifestival.it.

La XXXV edizione di Todi Festival vi aspetta dal 28 Agosto al 5 Settembre 2021!

Photogallery ufficiale scaricabile al link: https://www.todifestival.it/2021/photogallery-ufficiale

Continuate a seguirci su web e social:
www.todifestival.it
Facebook, Twitter, Instagram: @TodiFestival


Scrivi in redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*