Marsciano, chiuso esercizio pubblico per 30 giorni su provvedimento del Questore

Marsciano, chiuso esercizio pubblico per 30 giorni su provvedimento del Questore

I Carabinieri della Compagnia di Todi hanno notificato ad un esercizio pubblico la chiusura ai sensi dell’articolo 100 del T.U.L.P.S., per un periodo di 30 giorni, disposto dal Questore della Provincia di Perugia. Il provvedimento è stato adottato a seguito dei disordini rilevati nell’ultimo anno all’interno dell’esercizio pubblico, circostanze che hanno generato grande preoccupazione tra i cittadini e i residenti della zona.

I militari dell’Arma dei Carabinieri, intervenuti cinque volte nell’ultimo anno per disordini, liti ed altri episodi ritenuti pericolosi per l’ordine e la sicurezza pubblica, hanno, altresì accertato – in almeno 16 occasioni – che il locale è abituale ritrovo di persone pregiudicate. Data la gravità degli accadimenti, i militari hanno provveduto a formulare una proposta di sospensione dell’attività, ai sensi dell’art. 100 del T.U.L.P.S., all’Autorità provinciale di Pubblica Sicurezza.

Considerato il notevole allarme sociale suscitato nella collettività e la contingente situazione di pericolo per il mantenimento dell’Ordine e della Sicurezza Pubblica, il Questore della Provincia di Perugia, dr. Fausto Lamparelli, ha disposto con decreto la chiusura del suddetto esercizio commerciale e la sospensione della licenza per un periodo di 30 giorni ai sensi dell’art. 100 del T.U.L.P.S.. A dare esecuzione al provvedimento del Questore sono stati i militari dell’Arma dei Carabinieri che hanno provveduto alla notifica degli atti ed alla chiusura dell’attività.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*