Trasporto pubblico locale, anche il territorio di Marsciano colpito dai tagli

Trasporto pubblico, dal 3 ottobre nuovi collegamenti autobus da Collevalenza per Terni

Trasporto pubblico locale, anche il territorio di Marsciano colpito dai tagli

Sono diverse le linee di trasporto pubblico a servizio del territorio comunale di Marsciano che saranno oggetto di una soppressione totale o parziale a seguito dai tagli al servizio che la Giunta della Regione Umbria, con la delibera n. 632 del 7 maggio 2019, ha deciso di attuare al fine di fare fronte alle difficoltà economiche che interessano il servizio di trasporto pubblico locale.

La rimodulazione delle corse, che interessa tutto il territorio regionale, scatterà a partire dal 7 luglio 2019 e durerà, salvo nuove deliberazioni della Giunta regionale a modifica delle precedenti, almeno fino al 10 settembre 2019.

Di seguito sono indicate le variazioni che interessano i servizi di trasporto pubblico sul territorio comunale:

  • Rimodulazione della linea extraurbana E003 – Marsciano – S. Enea – Perugia con la soppressione di 8 corse giornaliere sulle 18 attualmente presenti.
  • Soppressione totale della linea extra urbana E005 – Spina – Pila – Perugia.
  • Soppressione totale della linea extraurbana E030 – Marsciano – San Venanzo.
  • Soppressione totale della linea extraurbana F022 –Marsciano – Papiano – Perugia.
  • Soppressione, per il solo mese di agosto 2019, della linea urbana MMRZ1 – Schiavo – Piazza K. Marx – Marsciano stazione.

Rimane invariata la linea extraurbana E620 – Perugia – Marsciano – Todi –Acquasparta – Terni.

Eventuali integrazioni o modifiche rispetto a quanto sopra indicato, che dovessero pervenire al Comune da parte della Regione e/o del soggetto gestore del servizio, saranno prontamente comunicate.

“Siamo ben consapevoli – spiega l’amministrazione–del disagio che comporta per i cittadini, specialmente per le fasce più deboli, questa ristrutturazione del trasporto pubblico imposta dalla Regione Umbria per far fronte aduna mancanza di risorse che è la conseguenza di anni di cattiva programmazione. Sul territorio comunale si sopprimono linee e corse che, sebbene non inserite in quelle che la Regione individua come direttrici principali, rappresentano un servizio utile fruito da lavoratori e da persone che spesso non hanno altri mezzi per spostarsi, come, ad esempio, succede a molti anziani.Il Comune è quindi fortemente impegnato,insieme all’associazione Anci Umbria, che raccoglie tutti i Comuni della regione, a individuare con la stessa Regione una soluzione che garantisca il più possibile i livelli qualitativi del servizio e minimizzi l’impatto dei tagli sui cittadini.Due aspetti che la ristrutturazione messa in campo unilateralmente dalla Giunta umbra affronta in modo assolutamente inadeguato”.

Il Comune ricorda infine a tutti gli utenti che le informazioni sulla programmazione delle linee di trasporto e sugli orari delle corse sono reperibili sul sito di Busitalia, gestore del servizio (http://www.fsbusitalia.it/content/fsbusitalia/it/umbria.html).

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
8 + 6 =