Cultura della disabilità, il 15 maggio torna la Camminata della Speranza

Tutti insieme per un futuro migliore all’insegna dell’inclusione. La partenza dal Santuario dell’Amore Misericordioso di Collevalenza

 
Chiama o scrivi in redazione


Cultura della disabilità – Il 15 maggio torna la Camminata della Speranza

Il Centro Speranza di Fratta Todina torna a promuovere la cultura della disabilità con la 31esima edizione della “Camminata della Speranza”, prevista per domenica 15 maggio con partenza dal Santuario dell’Amore Misericordioso di Collevalenza.

L’iniziativa, presentata oggi nella sala Pagliacci della Provincia di Perugia, dal 1989 rappresenta l’occasione per accrescere, all’interno della comunità umbra, la consapevolezza collettiva sui diritti e sull’inclusione delle persone con disabilità.


Ufficio stampa della Provincia di Perugia


Quest’anno l’evento è organizzato in collaborazione con l’amministrazione comunale di Massa Martana, proprio nel suo centro storico è fissato l’arrivo del corteo dei partecipanti, e il supporto corale delle associazioni del territorio.

“Una camminata che parte da un luogo di speranza vera, realizzata con un forte spirito di unione e contro ogni forma di pregiudizio – ha detto la Presidente della Provincia di Perugia -. Sarà un’occasione per favorire insieme l’inclusione e il cammino verso una cultura nuova, che ci vede tutti unici e indispensabili. La parola inclusione riguarda ogni essere umano perché ciascuno di noi, in certi momenti della vita, può essere più fragile. Se riusciamo a costruire una realtà più attenta e a misura delle persone fragili avremo sicuramente un mondo migliore. L’obiettivo, che non è facile da raggiungere ma non impossibile, grazie anche alle opportunità del PNRR, è quello di arrivare attraverso progetti, opere pubbliche o iniziative di sensibilizzazione ad avere una città più accogliente e quindi per tutti”.

La Camminata riparte con entusiasmo in un giorno che, casualmente, coincide con il compleanno di Madre Maria Grazia Biscotti e.a.m., da un decennio alla guida della struttura convenzionata con la ASL Umbria, Distretto “Media Valle del Tevere”, la quale ha ricordato che l’intento della Camminata è di “sensibilizzare la comunità ad accogliere tutte le condizioni più fragili, guardando al futuro, senza perdere la speranza”.

Il Centro Speranza va oltre il servizio riabilitativo erogato e vuole essere uno strumento per la collettività di apertura e promozione dell’inclusione sociale. “Il Centro – ha ricordato il Presidente dell’associazione Madre Speranza Onlus, Giuseppe Antonucci – rappresenta un faro per i ragazzi ospitati e le loro famiglie. Questa Camminata esce per i diritti delle persone e  promuovere la dignità”.

Alla conferenza sono poi intervenuti il sindaco di Massa Martana, che ha sottolineato il prezioso lavoro svolto dagli operatori quotidianamente impegnati nella cura delle persone disabili, e l’avvocato Massimo Rolla, Disability manager del Comune di Marsciano, che si è soffermato sul tema dell’inclusione scolastica e sul fatto che la disabilità va vista a 360 gradi, non solo sotto l’aspetto motorio, ma bisogna considerare anche quello intellettivo e relazionale. A seguire la vicepresidente del Comitato italiano Paralimpico, Maria Rosi, ha ricordato l’importanza dello sport per aiutare i giovani con qualsiasi disabilità a relazionarsi meglio con gli altri e con sé stessi, mentre la professoressa Moira Sannipoli, ricercatrice di didattica e pedagogia speciale dell’Università di Perugia, ha evidenziato l’opportunità che segna questa Camminata, ovvero quella di “uscire, stare insieme agli altri, e rendere visibile a chiunque ciò che non è visibile”. Infine la presidente dell’Osservatorio Regionale sulla condizione delle persone con disabilità ha messo l’accento sulla necessità di fare rete per garantire i diritti delle persone con disabilità. A concludere la presentazione è stato il videomessaggio di Luca Panichi, testimonial di questa edizione, che ha definito il Centro Speranza un punto di riferimento per le politiche della diversità, capace di gratificare e far esprimere tutti

 

Il programma

La Camminata della Speranza si svolge tra il Comune di Todi e Massa Martana, con un percorso di facile percorrenza di circa 6,6 km immerso nel suggestivo paesaggio umbro.

L’appuntamento è alle ore 8 al Santuario dell’Amore Misericordioso di Collevalenza-Todi. Padre Aurelio Pérez Garcia, nuovo rettore del Santuario dell’Amore Misericordioso, benedirà la partenza del corteo alle ore 9 che terminerà la marcia nel centro storico del comune di Massa Martana.

Si percorre la Strada Provinciale 414 fino al bivio in località Cimacolle, qui la marcia si ferma per una breve sosta nel parcheggio della ditta Angelantoni in località Cimacolle.

L’arrivo del corteo è previsto in piazza Umberto Primo per le ore 12, l’entrata in festa è a cura della Società della Musica Cittadina APS. Dopo i saluti delle Autorità, nella Chiesa di San Felice verrà officiata la Santa Messa da padre Mauro Dipalo, superiore del locale Convento di Santa Maria della Pace.

Il ristoro è previsto nell’area del parco Giampiero Gubbiotti (in caso di pioggia verrà utilizzato il palazzetto dello sport).

A Massa Martana i partecipanti potranno utilizzare i servizi igienici pubblici, nel Parcheggio Lignole e, sempre in questa area, il servizio navetta con posti per carrozzine garantirà il rientro al Santuario dell’Amore Misericordioso a Collevalenza – Todi.

L’iniziativa si svolgerà nel rispetto delle disposizioni restrittive emanate dalle competenti autorità in relazione all’Emergenza COVID-19 e vede tra i partner Umbra Acque spa che rinnova il sostegno e la presenza con un’autobotte e distribuzione di borracce ai partecipanti.

Per partecipare è richiesta l’iscrizione registrandosi sul sito web: www.centrosperanza.it/camminata.

Per informazioni WhatsApp al numero +39 075 7824342 o e-mail: camminata@centrosperanza.it

Le associazioni

Tante le associazioni del territorio coinvolte nell’organizzazione dell’evento: AVIS Comunale di Massa Martana,  Circolo ANSPI di Viepri, Circolo ANSPI di Colpetrazzo, Associazione Amici di Castel Rinaldi, Pro Loco di Massa Martana,  Pro Loco Villa San Faustino, Pro Loco di Colpetrazzo, Pro Loco di  Viepri,  ACSI Massa Martana Volley, Associazione Sportiva Calcio, ASD Cicloturistica Massa Martana, Associazione Culturale Actor Mattis, Associazione Vicus Martis, Comunanza Agraria di Massa Martana, Comunanza Agraria di Viepri, Comunanza Agraria di Mezzanelli, Comunanza Agraria di Colpetrazzo, Associazione pianofort&voce e Società di Musica Cittadina.

Storia dell’evento

La Camminata della Speranza ha mosso i primi passi nel 1989. Il corteo allora era composto da poche decine di persone che dal Centro Speranza di Fratta Todina giungevano in pellegrinaggio il vicino convento di S. Maria della Spineta, per trascorrere una giornata di festa insieme alle famiglie dei bambini con disabilità assistiti.

Negli anni, la manifestazione ha ottenuto il patrocinio della Regione Umbria e delle Provincie di Perugia e Terni, la corale adesione delle amministrazioni comunali dei comuni della Media Valle del Tevere come Zona Sociale n° 4, delle USL locali con cui il servizio riabilitativo collabora, enti del Terzo Settore, Diocesi di Orvieto-Todi. La Camminata della Speranza è stata ospitata dal Comune di Perugia nel 2017. Ogni anno oltre 600 persone si ritrovano per dare voce e sostegno ai bisogni delle persone con disabilità e ai loro familiari.

 

 


Scrivi in redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*