26 luglio, ANPI di Marsciano organizza iniziativa Pastasciutta antifascista

 
Chiama o scrivi in redazione


26 luglio, ANPI di Marsciano organizza iniziativa Pastasciutta antifascista

26 luglio, ANPI di Marsciano organizza iniziativa Pastasciutta antifascista

Lunedì 26 luglio 2021 a Marsciano si mangia, tutti insieme, la pastasciutta in bianco. Lo facciamo per “fare memoria” e ricordare quello che accadde il 25 luglio 1943. Ma lo facciamo anche per riflettere su quello che sta succedendo dentro e fuori il nostro paese e rinnovare i valori di libertà, pace e giustizia che stanno alla base della convivenza.

Di fronte a tanti gravi episodi di violenza e violazione della dignità e della vita umana che spesso sprofondano in un mare di menefreghismo e indifferenza, vogliamo compiere un piccolo semplice gesto di fratellanza invitando tutti ad unirsi a quanti, nel mondo, agiscono quotidianamente contro ogni forma di violenza, guerra ed esclusione sociale.

La “Pastasciutta antifascista” è una delle iniziative con cui ci prepariamo alla Marcia PerugiAssisi della pace e della fraternità che si svolgerà il 10 ottobre con il motto di don Lorenzo Milani “I Care”.

Il 25 luglio del 1943, all’annuncio dell’arresto di Mussolini, a Casa Cervi come in tutto il Paese scoppiò una grande festa. A Campegine, i Cervi insieme ad altre famiglie del paese, portarono la pastasciutta in piazza. E tutti si misero in fila per avere un piatto di quei maccheroni conditi a burro e formaggio che, in tempo di guerra e razionamenti, erano prima di tutto un pasto di lusso.

La pastasciutta antifascista è organizzata dall’ANPI di Marsciano in collaborazione con il Comitato Promotore della Marcia PerugiAssisi.

Il costo è di 20 euro. Una parte dei contributi saranno devoluti all’organizzazione della Marcia PerugiAssisi dell’10 ottobre 2021.

Per partecipare e prenotazioni: 335.6682319 – 348.3390263 – 340.5052349


Scrivi in redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*