Todi acquisirà Pozzo Beccaro in cambio di scuole e palestre per la Provincia

 
Chiama o scrivi in redazione


PERUGIA –  Acquisire la piena proprietà del complesso di Parco di Pozzo Beccaro, oggi della Provinciale in considerazione dell’alto valore sociale del bene per la città di Todi che potrà così valorizzare l’immobile e il parco circostante a favore della collettività: è questo l’obiettivo dell’atto firmato dal presidente della Provincia, Marco Vinicio Guasticchi e il sindaco di Todi, Carlo Rossini. Un’operazione a costo zero visto che il Comune si impegna a conferire alla Provincia beni di pari valore, funzionali alle competenze istituzionali della Provincia, quali scuole e palestre.

“Si tratta di un atto politico importante che abbiamo attuato anche con altri comuni – ha spiegato Guasticchi -. Abbiamo infatti eliminato dall’elenco dei beni alienabili il complesso di Parco di Pozzo Beccaro perché costituisce un patrimonio storico della città di Todi dando in tal modo un contributo alla sua valorizzazione ad uso pubblico. Saranno ora i rispettivi uffici tecnici a perfezionare l’atto per arrivare alla permuta dei beni”.

Soddisfatto il sindaco Rossini che ha ringraziato la Provincia e sottolineato come il Pozzo Beccaro sia una parte strategica del centro storico tuderte. “La sua adiacenza alla scuola primaria di Porta Fratta, la più importante della zona centrale – ha dichiarato Rossini -, il fatto che si trovi lungo il viale della Consolazione e che al suo interno si svolgano attività associative e e di ristoro, ne fanno un punto qualificante per la città. L’amministrazione comunale intende sviluppare le enormi potenzialità di questo bene e subito i nostri uffici si metteranno al lavoro per individuare proprietà comunali da conferire alla Provincia”. (cittadino e provincia)


Scrivi in redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*