Sequestrata sala Follia discoteca Matrioska per mancanza agibilità

Todi, rubati e ritrovati dai Carabinieri altri veicoli rubati

Sequestrata sala Follia discoteca Matrioska per mancanza agibilità

Sequestrata sala Follia  – La discoteca Matrioska di Deruta è stata colpita da un duro colpo. I Carabinieri della Compagnia di Todi hanno notificato il sequestro preventivo della “Sala Follia”, la sala più grande del locale, a causa della mancanza del certificato di agibilità. Il provvedimento, emesso dal Tribunale di Spoleto, è stato preso a seguito della constatazione del concreto pericolo per l’incolumità pubblica.

Il Questore di Perugia, a seguito di diverse violazioni riscontrate negli ultimi mesi, aveva precedentemente fatto apporre i sigilli al locale, costringendolo a rimanere chiuso per 30 giorni. Questa misura, prevista dall’art.100 del TULPS, era stata adottata a causa di numerosi episodi di tumulti e disordini, particolarmente gravi, avvenuti all’interno della discoteca.

Tuttavia, durante il periodo di chiusura, dai controlli della documentazione fornita dal Matrioska, è emerso un fatto tanto grave e penalmente rilevante da indurre il Tribunale di Spoleto a emettere un provvedimento di sequestro preventivo prima della scadenza dei 30 giorni di stop degli eventi.

Le forze di polizia hanno infatti scoperto che la sala principale, la più grande e spesso utilizzata per i maggiori eventi organizzati dal Matrioska, veniva utilizzata da più di 6 anni senza agibilità. Questa violazione delle prescrizioni impartite dal Comune di Deruta a tutela dell’incolumità pubblica ha portato al sequestro della sala.

Questo episodio sottolinea l’importanza del rispetto delle normative in materia di sicurezza e agibilità dei locali pubblici, non solo per garantire la legalità, ma soprattutto per tutelare l’incolumità dei frequentatori. La mancanza di un certificato di agibilità non solo costituisce una violazione amministrativa, ma può anche comportare gravi rischi per la sicurezza pubblica. Pertanto, è fondamentale che i gestori dei locali pubblici si attengano scrupolosamente alle normative vigenti, per garantire un ambiente sicuro e legale per i loro clienti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*