Riabilitazione cardiologica, il miglior farmaco è l’attività fisica, in un libro le testimonianze

Riabilitazione cardiologica, il miglior farmaco è l’attività fisica, in un libro le testimonianze

Riabilitazione cardiologica, il miglior farmaco è l’attività fisica, in un libro le testimonianze È stato presentato mercoledì 12 dicembre all’ospedale della Media Valle del Tevere di Pantalla, il libro “Un sogno in movimento” realizzato dall’Associazione Nazionale Attività Motoria (ANAM) che raccoglie le testimonianze dei pazienti impegnati nell’attività fisica adattata nelle palestre della USL Umbria 1. Alla presenza di un nutrito pubblico, sono intervenuti tra gli altri, Antonio Donato Presidente ANAM, Francesco IannacciDirettore Medico dell’ospedale MVT di Pantalla, Alfio Todini Sindaco di Marsciano, Michele Toniaccini Sindaco di Deruta, Guglielmo Sorci Direttore del master PAMPROS in attività motorie, Daniele Iacò Presidente Comitato Italiano Scienze Motorie, Giovanni Santoro Responsabile Sanità Pubblica Regione Umbria, Barbara Sebastiani Direttore Tecnico ANAM.

Il libro raccoglie le testimonianze di decine di pazienti, raccolte negli ultimi 4 anni da Marco NulliGiuseppe Mordivoglia e da altri istruttori ANAM, presso la Seconda palestra di Rieducazione cardiologica dell’Ospedale di Pantalla, la palestra del Parco Grocco di Perugia e quella del Centro della salute di Magione. L’obiettivo è quello di mostrare che l’esercizio fisico apporta benefici in termini terapeutici ampiamente documentati, ma rappresenta anche un’occasione di socializzazione e motivazione che contribuisco in maniera decisiva al recupero del benessere psico-fisico allontanando il disagio psicologico e le sindromi  depressive.

Frequentare una palestra all’interno di una struttura sanitaria crea una condizione importante in quanto la persona è motivata a partecipare, si sente “sicura” e non avverte il disagio dell’idea di frequentare la classica palestra fitness . Molti dei partecipanti descrivono proprio  che si sentono in ambiente protetto e familiare. Hanno instaurato un rapporto di complicità ed amicizia tra loro ed anche con gli istruttori che li seguono.

La socializzazione favorisce la condivisione, evita la solitudine e la chiusura in sé stessi, la possibilità di creare delle occasioni di vita sociale anche al di fuori della palestra , ma al tempo stesso crea la motivazione per continuare a partecipare all’attività.  Ci sono state persone che hanno vissuto quest’ attività come una seconda rinascita, come un’occasione di miglioramento fisico, ma anche psichico e sociale.

La collaborazione tra USL Umbria 1 ed ANAM per la promozione della salute pubblica ha prodotto risultati lusinghieri che sono stati oggetto di attenzione in vari convegni scientifici e incontri universitari in tutto il territorio nazionale. L’auspicio è che da questa giornata possa nascere una collaborazione ancora più stretta e proficua tra tutte le istituzioni, per non disperdere l’esperienza e gli insegnamenti che questo libro scritto in maniera assolutamente spontanea a quattro mani tra tecnici ed utenti, ci lascia in eredità.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*