Progetto parrocchia San Nicolò di Celle di Deruta, interviene Battistelli

Franco BATTISTELLI

Progetto parrocchia San Nicolò di Celle di Deruta, interviene Battistelli

da Franco Battistelli (Consigliere comunale)
“Il 21 dicembre 2018, tra il Comune di Deruta e la Parrocchia di San Nicolò, è stata stipulata la “Convenzione Urbanistica” per l’attuazione dei comparti “SP” e “FVA*” della Frazione S. Nicolò di Celle.

Con la firma di tale documento si è concluso l’articolato e complesso procedimento amministrativo, avviato alla fine dell’anno 2013 dalla allora maggioranza, che aveva quale obiettivo l’approvazione del progetto proposto dalla Parrocchia di S. Nicolò, riguardante la riqualificazione/rifunzionalizzazione di un ambito urbano di grande importanza strategica, ubicato nel centro del paese: Sala parrocchiale e l’adiacente campo polivalente.

Tutta la Giunta Comunale, allora presieduta dal Sindaco Verbena Alvaro, dopo un approfondito esame del progetto ed effettuate tutte le valutazioni del caso circa i suoi contenuti, decise di aderire, condividendola nei contenuti principali, alla proposta della Parrocchia ( Villaggio di Betania ) poiché ravvisò nelle finalità/obiettivi dell’intervento urbanistico/edilizio i caratteri salienti e qualificanti dell’interesse pubblico “pretesi” dal documento di programmazione urbanistica.

Caratteri in ragione dei quali, la Giunta, decise anche di apportare una apposita variante alla parte Operativa del P.R.G. vigente, variante che oltre che ad agevolare il perseguimento degli obiettivi fissati dalla Parte Strutturale dello strumento urbanistico, fosse anche capace di far risaltare maggiormente la valenza, sotto il profilo dell’interesse collettivo, delle opere che la parrocchia propose di realizzare. Da inizio 2014 tutto era quindi formalmente pronto per il progetto.

Presentato solo alla fine del 2016 nel progetto fu rilevata la non pienamente corrispondenza con gli indirizzi urbanistici della variante  e quindi fu  approvato con cogenti prescrizioni perché  l’intervento, una volta completato, garantirà la fruizione, previo loro miglioramento e potenziamento, degli spazi e funzioni attualmente utilizzati sia dalle diverse realtà gravitanti sul territorio della frazione sia dalla Parrocchia che resta proprietaria degli immobili.

L’area e gli edifici, prevede la Convenzione, attraverso l’istituzione di apposita servitù pubblica, potranno essere utilizzati per le attività di protezione civile in caso di emergenze dovute a calamità naturali; verranno inoltre implementati i servizi primari, quali i parcheggi e verde, al servizio sia delle nuove funzioni previste dal progetto sia di tutte le attività già esistenti nel centro storico e aree limitrofe di S. Nicolò di Celle quindi credo con benefici per tutti.

Rimango tutt’oggi convinto della bontà delle scelte a suo tempo operate anche con il mio contributo di vice sindaco, ora sarà compito degli Uffici Comunali competenti seguire la fase attuativa affinché gli obiettivi fissati vengano pienamente perseguiti.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*