Francesca Peppucci della Lega sarà candidata alle Europee 2019

Francesca Peppucci della Lega sarà candidata alle Europee 2019

Francesca Peppucci della Lega sarà candidata alle Europee 2019

Non ha ancora 26 anni ed è la candidata al Parlamento Europeo più giovane di Italia tra le file della Lega Francesca Peppucci, classe ’93, laureata in economia aziendale, giá capogruppo comunale per la Lega Todi, è il volto femminile su cui ha scommesso la Lega in Umbria per la circoscrizione Toscana,Umbria, Marche,Lazio. L’ annuncio è arrivato direttamente da Matteo Salvini, ieri a Perugia per aprire ufficialmente la campagna elettorale, dopo lo scandalo sanità che ha coinvolto vertici regionali del Pd.

“Per me è un onore rappresentare la Lega, in quella che è la sua corsa verso il cambiamento. Dati alla mano, fino ad oggi, abbiamo solo visto un’Europa vicina ai banchieri ed ai burocrati, un’Europa che si è dimenticata dell’Italia e ancor più degli umbri chiamati a pagare, senza ricevere niente in cambio: le zone terremotate rivendicano ancora sostanziali aiuti europei. Auspico il cambiamento che porti ad un’Europa dei popoli, un’Europa che ascolta i territori e che si schiera dalla parte dei cittadini.

Quella del 26 Maggio sarà una sfida fondamentale che potrebbe finalmente, restituire all’Italia il posto che merita all’interno dell’Unione europea.

Con la Lega in Parlamento europeo, questioni importanti come l’ immigrazione, la difesa del made in Italy e il sostegno alle imprese troveranno, finalmente, il giusto epilogo. Dobbiamo replicare quanto accaduto il 04 Marzo 2018, per portare la rivoluzione del buon senso anche in Europa.

Non è un caso che con la Lega al Governo dell’Italia importanti provvedimenti siano diventati legge, quota 100, legittima difesa e decreto sicurezza per citarne alcuni. Anche le regioni meglio amministrate sono a trazione Lega, a conferma che la rivoluzione del buon senso deve proseguire in tutte le sedi istituzionali, se veramente vogliamo un’ Europa dei popoli e non schiava dei burocrati”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*