Ottimizzazione e Qualità: Progetti per l’Ospedale di Pantalla

Ottimizzazione e Qualità: Progetti per l'Ospedale di Pantalla

Ottimizzazione e Qualità: Progetti per l’Ospedale di Pantalla

L’ospedale di Pantalla si trova al centro di una nuova fase di riorganizzazione, e il segretario generale della CISL Umbria, Angelo Manzotti, ha espresso il suo punto di vista su questo importante progetto.

In un contesto di tavolo istituzionale tra Regione, struttura sanitaria e sindacati, Manzotti ha ribadito l’importanza di affrontare le criticità della sanità regionale con l’obiettivo di ottimizzare i servizi e valorizzare i territori, e questo include anche l’ospedale di Pantalla.

La storia di questo ospedale ha radici profonde che risalgono al 2000, quando è stato creato dall’accorpamento di due strutture ospedaliere: quella di Marsciano e quella di Todi. L’obiettivo era creare una struttura con competenze e qualità superiori, geograficamente posizionata in modo strategico per servire al meglio il territorio circostante.

La CISL Umbria ha sempre sostenuto la necessità di una convenzione tra l’azienda ospedaliera di Perugia e l’ospedale di Pantalla, al fine di garantire ai cittadini del territorio accesso a prestazioni sanitarie di alta qualità senza dover viaggiare per tutta l’Umbria. Questo obiettivo, sebbene non ancora raggiunto, rimane prioritario.

Manzotti ha suggerito una riorganizzazione dei servizi, con alcune prestazioni attualmente erogate dall’azienda ospedaliera di Perugia che potrebbero essere delocalizzate su Pantalla. Questa strategia non solo migliorerebbe l’efficienza delle strutture, ma anche la qualità complessiva dei servizi sanitari offerti.

La CISL Umbria si impegna a monitorare attentamente l’attuazione della convenzione e la valorizzazione delle strutture territoriali, con un focus particolare sul benessere del personale ospedaliero, che ha dimostrato grande professionalità durante l’emergenza Covid.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*