Carabinieri Nucleo Operativo Compagnia Todi, in arresto un pregiudicato

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Todi, hanno tratto in arresto un pregiudicato trentenne di origine marocchina.

di Martina Rastelli                                                                                                                                            I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Todinell’ambito delle attività di controllo del territorio per la prevenzione e repressione dei reati disposte dal Comando Provinciale di Perugia, hanno tratto in arresto un pregiudicato trentenne di origine marocchina senza fissa dimora.  Quest’ultimo è stato colpito da tre provvedimenti di custodia cautelare, emessi dal Tribunale di Perugia, non eseguiti a causa dall’irrepetibilità del predetto.

L’uomo è stato trovato in compagnia di un connazionale pregiudicato residente a Todi. I Carabinieri sono riusciti ad intercettarlo grazie alla centrale operativa, che li ha avvertiti della denuncia di furto di un’autovettura perpetrato poco prima nei pressi del centro commerciale di Collepepe, dove i due avevano abbandonato il furgone sul quale viaggiavano. Il furgone era stato asportato ad Umbertide il giorno precedente.

Dopo un inseguimento, i due sono stati fermati e perquisiti a bordo del mezzo. I militari, dopo la perquisizione, hanno rinvenuto, in uno zainetto, vari documenti sottratti poco prima ad una donna di Gualdo Cattaneo.

Gli accertamenti effettuati hanno quindi consentito di verificare che a carico del trentenne erano pendenti tre provvedimenti restrittivi: per rapina, possesso e spaccio di stupefacenti e ricettazione. Questi sono i provvedimenti per i quali è stato tratto in arresto per essere poi trasferito presso il carcere di Spoleto. Il predetto e l’altro marocchino in sua compagnia sono poi stati deferiti a piede libero all’Autorità Giudiziaria di Spoleto per furto aggravato e ricettazione, a causa dell’asportazione delle due autovetture e dello zainetto. La refurtiva recuperata, insieme alle due autovetture, è stata restituita ai legittimi proprietari.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*