La Lega inaugura la nuova sede a Marsciano

La Lega inaugura la nuova sede a Marsciano

La Lega inaugura la nuova sede a Marsciano

Essere sempre più vicini ai cittadini e alle loro esigenze, garantendo un punto di riferimento sul territorio per interagire e confrontarsi sulle tematiche di maggiore interesse per la comunità. La Lega a Marsciano ha inaugurato la nuova sede in via XXIV Maggio n.6, alla presenza dei massimi esponenti del partito, amministratori regionali e locali e del sindaco Francesca Mele, che si propone per un secondo mandato, supportata dalle forze politiche e civiche di centrodestra. Ad aprire l’evento sono stati i padroni di casa, gli esponenti leghisti del buon governo cittadino che ha caratterizzato Marsciano in questi cinque anni, l’assessore Dora Giannoni, i consiglieri comunali Giorgio Montagnoli, Ferdinando Piazzoli (segretario comunale) e Matteo Velloni. Al taglio del nastro erano presenti il segretario regionale Lega Riccardo Augusto Marchetti, la presidente Donatella Tesei, l’assessore regionale Enrico Melasecche, i consiglieri regionali Valerio Mancini e Manuela Puletti, il segretario provinciale Francesco Cenciarini, sindaci del territorio, imprenditori e cittadini.

GLI INTERVENTI

Francesca Mele, sindaco di Marsciano:

“Cinque anni fa abbiamo raccolto il consenso di tante persone che credevano nel cambiamento e che, dopo 70 anni di sinistra, hanno deciso di dare fiducia a giovani, a lavoratori, a facce nuove pronte a mettere a disposizione della collettività la propria esperienza e capacità per cambiare volto alla città. Abbiamo trovato un comune con molte difficoltà a far quadrare i conti e un pesante indebitamento soprattutto per mutui e finanziamenti. Ci siamo messi al lavoro a testa bassa, senza farci frenare né dall’emergenza pandemica, né dalle difficoltà derivanti dal caro prezzi per le materie prime che ha influito sugli appalti pubblici, né dal lievitare dei costi energetici o dalla crisi per i conflitti bellici e siamo comunque riusciti a risanare il bilancio e a chiuderlo con un avanzo libero di amministrazione di oltre 400mila euro. Lo abbiamo fatto con le nostre forze e con un impegno costante che ci ha permesso di ottenere 18 milioni di euro di bandi nazionali ed europei, di cui soltanto 2,5 milioni a carico del comune, per finanziare opere fondamentali per il futuro della città. A distanza di cinque anni possiamo dire con orgoglio che la fiducia delle persone che ci hanno votato è stata ripagata con i fatti e siamo pronti a concludere il lavoro iniziato, per portare a termine tutta una serie di opere pubbliche e interventi sul sociale, sulla sicurezza, sul decoro, forti dell’esperienza acquisita in questi anni. La squadra di governo è compatta e gli attestati di stima che sto ricevendo, anche da parte di persone che non sono della nostra stessa parte politica, mi fanno capire che abbiamo dato un giusto segnale a un territorio che aveva bisogno di quella competenza e trasparenza che solo il centrodestra può garantire”.

Donatella Tesei, presidente Regione Umbria:

“A breve organizzeremo un incontro con i cittadini per illustrare le tante iniziative promosse, i progetti realizzati e i finanziamenti cospicui stanziati per il territorio della Media Valle del Tevere da parte della Regione Umbria. Mi limito a dire che in questi quattro anni di governo regionale abbiamo dovuto risolvere dei dossier drammatici ereditati dalla sinistra, dalla Fcu chiusa, all’isolamento infrastrutturale, fino alla condizione disastrosa in cui la sinistra ha lasciato l’aeroporto e le partecipate. Abbiamo lavorato a testa bassa e risolto molte di quelle criticità: i lavori della Fcu sono partiti, abbiamo avviato numerosi cantieri per potenziare le strade e le ferrovie, disponiamo di un aeroporto che macina record di visitatori e voli. I risultati ottenuti sono evidenti, dai numeri del turismo mai visti prima in Umbria, all’impegno profuso per garantire sostegni economici alle imprese e al rilancio dell’occupazione, fino agli oltre 5 miliardi di euro di fondi PNRR intercettati, in proporzione molti di più rispetto a tante altre regioni. Noi puntiamo sui fatti, mentre dall’altra parte c’è un’opposizione che utilizza argomenti fantasiosi e strumentali per attaccarci. Come si fa a dire che chiuderemo l’ospedale di Pantalla? È completamente falso, in questi giorni sarò proprio in quell’ospedale a inaugurare 12 nuove stanze per la riabilitazione ortopedica, che nel giro di pochi giorni diventeranno 20 camere in più. Questi sono fatti, nessuna chiusura come millanta qualcuno, il nosocomio sarà potenziato e in sinergia con l’ospedale di Perugia farà la differenza in termini di servizi di qualità, appropriatezza delle cure e sicurezza per i pazienti. Tornare al passato significa condannare Marsciano prima e la regione poi. Guardiamo avanti”.

Riccardo Augusto Marchetti, segretario regionale Lega Umbria:

“A Marsciano, come in tutti i comuni sopra i 15 mila abitanti, il Centrodestra è unito e sostiene la ricandidatura della nostra Francesca Mele, a testimonianza del buongoverno espresso in questi cinque anni. Abbiamo ereditato dalla sinistra tante città al collasso, dove non c’era sicurezza, le aree verdi ridotte al macero, centri storici dove regnava il degrado: con la Lega e Centrodestra al governo, abbiamo istallato sistemi di videosorveglianza, rinnovato l’illuminazione, restituito decoro ai parchi. La sinistra cerca di infangare il tanto di buono che è stato fatto con menzogne, l’unica arma di chi non ha argomentazioni, ma noi non temiamo il confronto. Alle tante bugie raccontate dai nostri avversari, possiamo replicare con fatti concreti, smentendole una ad una, su tutte quelle che riguardando l’Ospedale di Pantalla, che non verrà depotenziato, ma anzi, i servizi saranno incrementati. Cinque anni fa i marscianesi hanno dato fiducia alla Lega e a Francesca Mele, oggi hanno sotto i loro occhi la dimostrazione di aver fatto la scelta giusta. Andiamo avanti con grinta e determinazione, sempre al servizio del territorio: molto è stato fatto, tanto ancora c’è da fare insieme”.

Enrico Melasecche, assessore Regione Umbria:

“Il lavoro fatto dalla Regione in questi quattro anni sul comparto delle infrastrutture è imponente. Sette anni fa la giunta Marini chiudeva la ferrovia centrale umbra, facendo perdere a Marsciano e a molti altri comuni, la possibilità di collegarsi con il nord e il sud dell’Umbria e impedendo ai turisti di visitare questi territori. Abbiamo preso in mano la questione e in poco tempo siamo riusciti a trovare le risorse e riavviare i lavori che entro il 2026 riconsegneranno alla regione una infrastruttura indispensabile, con treni nuovi e stazioni sempre più funzionali. Altro risultato ottenuto, riguarda il recente stanziamento di ulteriori fondi per la completa copertura finanziaria dei lavori di consolidamento e adeguamento del ponte di Montemolino, dopo anni di immobilismo e incapacità della sinistra. Cosi come abbiamo stanziato i fondi per la messa in sicurezza della ‘dritta del Cerro’, strada caratterizzata da grandi volumi di traffico e da una elevata pericolosità, attraverso la realizzazione di una rotatoria, utile a diminuire la velocità dei veicoli e quindi ridurre la rischiosità del tratto. C’è molto di più, compreso il progetto che stiamo sollecitando alla Provincia sullo svincolo della E45 in prossimità della nuova piastra logistica e che la sinistra sta vergognosamente cercando di contrastare, perché non vuole permettere al centrodestra di creare quello sviluppo e quelle opportunità di posti di lavoro che loro non sono mai stati in grado di realizzare”.

Valerio Mancini, consigliere regionale Lega Umbria:

“Il territorio di Marsciano è una ricchezza per la nostra regione e lo dimostra il fatto che, negli ultimi cinque anni, tante iniziative importanti sono partite proprio da qui, penso al regolamento sull’enoturismo e oleoturismo, redatto grazie alle audizioni che la Commissione che presiedo ha svolto proprio qui, con gli imprenditori agricoli marscianesi. È un territorio che, oltre all’agricoltura, offre tante altre occasioni di sviluppo e impiego importanti, come le industrie, il turismo e il cluster nautico, fiore all’occhiello per la nostra regione. Grazie alla Lega, i marscianesi sono finalmente diventati il centro delle politiche dell’amministrazione comunale, perché per noi prima vengono i cittadini italiani, non come per la sinistra, la cui priorità sono gli immigrati. Il lavoro svolto dal Sindaco Mele, dagli Assessori e Consiglieri comunali della Lega e del Centrodestra, ha permesso a Marsciano di crescere e guardare al futuro con entusiasmo: un futuro che siamo certi di continuare a costruire insieme, con passione e dedizione, sempre al fianco dei cittadini”.

Manuela Puletti, consigliere regionale Lega Umbria:

“Essere a Marsciano per l’inaugurazione della sede della Lega è stata una grande emozione perché ho con questo territorio, con il Sindaco Francesca Mele e con tutti i militanti della sezione un legame particolare. Quella che ci attende è una sfida importante che affronteremo con l’orgoglio che ci ha sempre contraddistinto: essere la Lega. Quando si amministra, l’unica cosa che conta sono le risposte, e di risposte questa amministrazione comunale ne ha date tante, anche grazie alla sinergia con la Regione, penso alla Legge per il terremoto di Spina del 2009 e alla rotatoria sulla dritta del Cerro, iniziative del collega della Lega Valerio Mancini che ho sostenuto e promosso con convinzione. Quello di ieri è stato un punto di partenza fondamentale che ci ha dato ancora più entusiasmo per affrontare questa campagna elettorale. Voglio ringraziare il Sindaco Francesca Mele e gli assessori e consiglieri comunali della Lega per il lavoro che hanno portato avanti in questi cinque anni, ma anche i nostri militanti storici e i sostenitori che sono al nostro fianco e che scelgono di metterci la faccia, perché loro sono il motore di tutto”.

Francesco Cenciarini, segretario provinciale Lega Perugia:

“Solo un amministratore può comprendere le problematiche che i comuni hanno dovuto affrontare in questi anni, prima con la pandemia e poi con la guerra che ha provocato aumenti spropositati dei costi dell’energia e delle materie prime. A Marsciano queste criticità sono state affrontate a testa alta dal sindaco Mele e dalla sua squadra, che non solo è riuscita a migliorare la condizione economica precaria ereditata dalla sinistra, ma ha anche saputo avviare progettualità e cantieri importanti per il futuro della città. Tutti risultati che le persone riconoscono all’amministrazione Mele, per questo sono convinto della riconferma del voto di cinque anni fa. Cosi come sono certo di poter vincere negli altri comuni umbri dove governiamo, dimostrando la differenza con le precedenti disastrose esperienze della sinistra. A giugno riconfermeremo i nostri sindaci e a novembre vinceremo la Regione con Donatella Tesei”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*