Incredibile storia di Elio Trenta in prima nazionale a Todi Festival con Luigi Diberti

 
Chiama o scrivi in redazione


Incredibile storia di Elio Trenta in prima nazionale a Todi Festival con Luigi Diberti

Si è tenuto ieri con una significativa partecipazione l’incontro Se non ora quando? coordinato da Viviana Raciti e promosso da Todi Festival  all’interno del programma di Todi Off sulle “funzioni” della scena contemporanea italiana. Molti e qualificati gli interventi, in presenza e in diretta streaming, tutti tesi a evidenziare lo stato di crisi del settore, stremato dalle conseguenza della pandemia, e la necessità di individuare una soluzione alle problematiche che affliggono da tempo lo spettacolo dal vivo. Tra le testimonianze, Valentina Marini, rappresentante di Aidap, Alessandro Toppi, giornalista e osservatore della scena italiana, Francesco Niccolini drammaturgo, Enrico Pastore, critico di teatro e danza, Francesco Bolo Rossini a nome di Unita. Gli intervenuti, tra cui alcuni operatori dell’Umbria, hanno evidenziato la difficile situazione che lo spettacolo dal vivo sta attraversando in Italia, sia per la frammentazione delle sigle, che stanno rivendicando diritti e tutele per il settore, sia per la mancanza di una politica nazionale che distribuisca equamente le risorse per la produzione artistica.

Tornando al cartellone di Todi Festival 2021, ancora un debutto nazionale, in programma domani alle ore 21 sul palco del Teatro Comunale, con E.T._ L’incredibile storia di Elio Trenta firmata Luigi Diberti e Gianmario Pagano, con la regia di Francesco Frangipane. Sul palco Luigi Diberti, accompagnato dalle musiche dal vivo di Raffaele Toninelli. Un’occasione doverosa per conoscere questo sconosciuto ragazzino umbro, vissuto un secolo fa e scomparso troppo presto; giovanissimo sognatore, curioso e intraprendente emblema della genialità italiana. Nato a Città della Pieve nel 1913 e morto all’età di 21 anni, Elio Trenta ebbe comunque il tempo di inventare e registrare il primo brevetto del “rapportatore di velocità per macchine in genere” ovvero del popolarissimo cambio automatico.

La rassegna Todi Off prosegue all’insegna della prosa. In programma domani, alle ore 19, presso il Teatro Nido dell’Aquila Acqua viva: provando a cogliere la quarta dimensione che da quanto è fuggevole già non è più di e con Elena Arvigo. Lo spettacolo, in prima nazionale, porta in scena il flusso di coscienza estremo tratto dal racconto della scrittrice ucraina naturalizzata brasiliana Clarice LispectorAcqua viva è una lettera d’amore alla vita e alla scrittura; è una confessione e una promessa: “Ti scrivo perché non mi comprendo. Ma continuo a seguirmi”.

Proseguono anche gli Incontri con l’Autore. L’appuntamento, domani, è con la presentazione del volume Una Cina che raccoglie i migliori scatti di Paola Ghirotti tra il 1985 e il 2003. Insieme all’autrice, interverranno i co-autori Elvira Agnese e Roberto steve Gobesso.

Todi Festival vi aspetta fino al 5 Settembre!


Scrivi in redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*