“Good With People” inaugura al Mancinelli rassegna Teatro Contemporaneo Visioni di Futuro

 
Chiama o scrivi in redazione


Foto Panoramio

Al Teatro Mancinelli di Orvieto primo appuntamento di VISIONI DI FUTURO, rassegna dedicata al teatro contemporaneo di qualità e alla nuova drammaturgia. Programmati tra novembre ed aprile e rivolti in particolar modo alle nuove generazioni, i cinque gli spettacoli analizzeranno il tempo presente facendo riferimento al rinnovamento dei linguaggi della scena contemporanea. Ad inaugurare la rassegna giovedì 27 novembre alle ore 21 sarà lo spettacolo GOOD WITH PEOPLE, scritto da David Harrower, uno dei più affermati autori teatrali della scena scozzese contemporanea. L’allestimento, che si è fatto notare l’anno scorso durante la rassegna sulle nuove tendenze della drammaturgia britannica TREND, ha come interpreti TIZIANO PANICI (che ne firma anche la regia) e VANESSA SCALERA. Scritto nel 2010, il testo di Good with People, tradotto da Natalia Di Giammarco, prende le mosse dal ritorno a Helensbourgh di Evan Bold. Poco più che ventenne, reduce da una missione in Pakistan come infermiere di guerra, il ragazzo affitta una camera nella pensione della signora Helen Hughes. Ha inizio tra i due un dialogo costruito sui toni della sfida, tra supponenze e malcelati sottintesi, che dapprima porteranno allo svelamento di un vecchio trauma, un penoso atto di bullismo che Evan agì da ragazzo ai danni del figlio di Helen, e poi si agiteranno in una palpabile tensione erotica.

Nell’incontro/scontro con il ragazzo, Helen è costretta a vedere riaffiorare ricordi inquietanti e volutamente rimossi. Lui la accusa obbligandola a mettere in discussione se stessa, la sua altezzosità e presunzione borghese, la propria vita, i propri valori familiari, il rapporto con il figlio, con il marito e con la sua città. Con un serrato dialogo, un “passo a due” danzato sul filo dell’ambiguità e degli interrogativi, lo spettacolo affronta il tema della colpa individuale e sociale, presentandosi come un’indagine “morale”, senza risposte, senza giudizi, che lascia il pubblico nella difficoltà di attribuire un valore etico alla vicenda narrata, entrando sapientemente in empatia ora con l’uno ora con l’altro protagonista.

La storia di Evan e Helen indaga l’eredità che abbiamo con il nostro passato, il rapporto complesso tra superamento ed evoluzione, crescita/progresso spesso sinonimo di decadimento/disillusione. Tuttavia, il confronto tra Evan e Helen è incolonnato su più livelli, quello generazionale, sociale, ideale, esistenziale, uno scontro che acquista il carattere di un dialogo. Lo spettacolo è prodotto da ArTè Teatro Stabile d’Innovazione in collaborazione con ArgotStudio e TREND – nuove frontiere della drammaturgia britannica XII edizione. Progetto visivo Andrea Giansanti, musiche originali Marco Scattolini, costumi ed elementi di scena Marta Genovese, disegno luci Giuseppe Filipponio, con il contributo artistico di Alice Spisa e Francesco Frangipane.

Ingresso euro 15, Ridotto per Soci TeMa, under 25 e over 60: euro 10. Per vedere il video promo dello spettacolo https://www.youtube.com/watch?v=TV6WqsSxWgM I prossimi appuntamenti della rassegna Visioni di Futuro sono: Giovedì 26 febbraio ore 21 MADE IN ILVA L’eremita contemporaneo con Nicola Pianzola musiche Riccardo Nanni regia e voce dal vivo Anna Dora Dorno Total Theatre Awards nomination al Fringe Festival di Edimburgo 2014 Premio Cassino OFF “Teatri di vita” per l’impegno civile nelle arti sceniche 2014 Premio della critica Ermo Colle 2013 Giovedì 5 marzo ore 21 CONCERTO PER ODYSSEO Un progetto di Maurizio Panici dall’Iliade di Omero voce recitante Maurizio Panici suoni e canti Raffaello Simeoni Giovedì 26 marzo ore 21 A SLOW AIR di David Harrower traduzione Gian Maria Cervo e Francesco Salerno con Nicola Pannelli e Raffaella Tagliabue regia Giampiero Rappa Giovedì 9 aprile ore 21 PASSI Una confessione di e con Tamara Bartolini scene, luci e suoni live Michele Baronio canzone originale Ilaria Graziano collaborazione artistica Alessandra Cristiani regia Bartolini/Baronio Spettacolo vincitore del Premio Dominio Pubblico Officine 2014 Sono ancora aperte le iscrizioni a Esploratori di Futuro, iniziativa che permette di abbonarsi, a soli 36 euro, al pacchetto che comprende i 5 spettacoli della rassegna Visioni di Futuro e Primo con Jacob Olesen, spettacolo inserito nella Stagione Teatrale del Mancinelli. Per conoscere i vantaggi della proposta http://www.teatromancinelli.com/it/visioni_di_futuro.html Info www.teatromancinelli.com 0763.340493


Scrivi in redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*