Deruta, il presidente della Provincia a confronto con il sindaco e la giunta

Deruta, il presidente della Provincia a confronto con il sindaco e la giunta 

E’ stato con Deruta il primo incontro istituzionale del Presidente della Provincia di Perugia, Luciano Bacchetta con il vice presidente Roberto Bertini accolti dal sindaco Michele Toniaccini insieme al vicesindaco Giacomo Marinacci, gli assessori Maria Cristina Canuti (politiche sociali), Francesca Marchini (bilancio), Rodolfo Nardoni (Urbanistica), il comandante della Polizia Municipale e i consiglieri di “Siamo Deruta”, Denis Cruciani e Tiziana Chiodi.

Vari sono stati i temi trattati dalla gestione dei rifiuti, alla viabilità, il ruolo della Provincia e dell’importanza che riveste quale ente intermedio strategico soprattutto per i comuni di piccole e medie dimensioni.

“Da questo incontro ci aspettiamo una sensibilità, un’attenzione e soprattutto una collaborazione – sono state le parole del sindaco Toniaccini – perché siamo tutti nella stessa situazione e dobbiamo affrontare quotidianamente i problemi dei territori che sono spesso condivisi.

“Veniamo da cinque anni di assoluto immobilismo – ha ricordato il presidente Bacchetta -, i finanziamenti stanno arrivando anche se non saranno sufficienti a soddisfare tutte le richieste, tuttavia qualcosa si muove. Mi auspico fortemente che si ridia dignità a questo ente e che si comprenda la sua utilità“.

Tra le richieste avanzate dagli amministratori della città della ceramica, è emersa la riqualificazione di una ex fabbrica grande (di proprietà al 50% della Provincia e del restante 50% del Comune) con numerosi annessi “anche pericolosi e fatiscenti“, hanno detto Marinacci e Canuti. L’idea progettuale sulla quale si sta ragionando prevede una rimessa mezzi della Croce Rossa del Comitato Deruta Torgiano “che lavora benissimo sul territorio“. 18 sono in totale i mezzi che necessitano un riparo. “L’esigenza è impellente perché rischiamo che la Croce Rossa abbandoni questo territorio e ciò sarebbe una grave perdita perché laddove non arriva il Comune sul sostegno ai bisognosi interviene la Croce Rossa. Per esempio “abbiamo attivato la città cardioprotetta con degli imprenditori che hanno donato defibrillatori installati nelle piazze della città e delle frazioni, nella palestra comunale e la Croce Rossa ha curato la formazione dei laici rianimatori“, ha detto il sindaco.

La visita è terminata al Museo della Ceramica di Deruta, ospitato nel complesso conventuale di San Francesco, è il più antico museo italiano per le ceramiche, istituito nel 1898 e conserva oltre 6000 opere.

 

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*