Corte dei Conti caso Ciuffelli Todi, Diocesi e Fondazione estranee

Corte dei Conti caso Ciuffelli Todi, Diocesi e Fondazione estranee

Corte dei Conti caso Ciuffelli Todi, Diocesi e Fondazione estranee

La Diocesi di Orvieto-Todi e la Fondazione Istituto Crispolti hanno rilasciato una nota congiunta in risposta alle notizie apparse sulla stampa riguardanti la sentenza di condanna emessa dalla Corte dei Conti dell’Umbria nei confronti dell’ex Dirigente scolastico e dell’ex Direttrice dei Servizi generali dell’Istituto Ciuffelli di Todi. Nella nota, entrambe le istituzioni affermano categoricamente di essere completamente estranee ai fatti relativi alle presunte iscrizioni in convitto di soggetti residenti presso Caritas.

La Fondazione Istituto Crispolti, in particolare, precisa che al momento dei fatti contestati ai due dirigenti, esisteva solo un contratto di locazione tra l’Istituto Ciuffelli di Todi e l’Ente, riguardante una porzione dell’immobile noto come “Istituto Crispolti”, utilizzato dalla scuola come convitto femminile. La Fondazione sottolinea che non aveva alcun coinvolgimento diretto nelle questioni gestionali o operative dell’Istituto Ciuffelli e che la sua unica relazione con l’istituto era quella del locatore dell’immobile.

La Diocesi di Orvieto-Todi, a sua volta, ribadisce la propria estraneità ai fatti contestati, sottolineando che non aveva alcun ruolo nella gestione dell’Istituto Ciuffelli di Todi o nella supervisione delle sue attività quotidiane. La Diocesi afferma di aver appreso degli eventi solo attraverso la stampa e che non era a conoscenza delle presunte iscrizioni in convitto di soggetti residenti presso Caritas.

Entrambe le istituzioni si dichiarano disponibili a collaborare pienamente con le autorità competenti nell’ambito delle indagini in corso, al fine di fare chiarezza sulla situazione e di tutelare l’integrità delle proprie reputazioni. Sottolineano inoltre l’importanza di garantire un’adeguata gestione e supervisione delle attività scolastiche e dei servizi correlati, al fine di assicurare la correttezza e la trasparenza delle operazioni.

In conclusione, la Diocesi di Orvieto-Todi e la Fondazione Istituto Crispolti si dissociano completamente dai fatti oggetto della sentenza di condanna emessa nei confronti degli ex dirigenti dell’Istituto Ciuffelli di Todi. Ribadiscono la propria estraneità alle presunte iscrizioni in convitto di soggetti residenti presso Caritas e si impegnano a collaborare con le autorità competenti per fare luce sulla vicenda.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*