Consolazione Todi, al via il restauro delle semicupole

 
Chiama o scrivi in redazione


Consolazione Todi, al via il restauro delle semicupole
Consolazione Todi, al via il restauro delle semicupole

Consolazione Todi, al via il restauro delle semicupole.

Intervento di 355 mila euro finanziato da Regione Umbria, Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia ed ETAB per i danni causati da infiltrazioni di acqua meteorica

In partenza i lavori per il rifacimento delle coperture in piombo delle quattro semicupole del Tempio della Consolazione di Todi, afflitte da anni da pericolose infiltrazioni di acqua meteorica.

Il progetto di restauro conservativo prevede interventi per un importo complessivo di 355.000 euro, di cui 200.000 assegnati dalla Regione Umbria, 70.000 dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia ed i restanti 85.000 a carico del bilancio di ETAB (Ente Tuderte di Assistenza e Beneficenza), Ente proprietario del monumento. Il progetto è stato presentato alla cittadinanza sabato 24 ottobre 2015 nell’incontro svoltosi nella Sala della Giunta comunale di Todi alla presenza del Presidente de “La Consolazione ETAB” Paolo Frongia, della Presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, del Sindaco di Todi Carlo Rossini e del progettista e direttore dei lavori Antonio Corradi. Presenti anche rappresentanti del Centro Regionale della Protezione Civile e del Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale dell’Università degli Studi di Perugia.

Le autorità regionali e comunali hanno sottolineato l’importanza dell’intervento per la tutela e riqualificazione di uno dei monumenti più significativi del Rinascimento italiano, oltre che simbolo dell’identità storica e culturale della Città di Todi. Il progetto di intervento riguarda la sostituzione delle lastre con il conseguente ripristino della sicurezza strutturale e delle condizioni di stabilità degli ancoraggi e delle lastre stesse, con particolare attenzione al mantenimento delle attuali caratteristiche estetiche e cromatiche delle semicupole.

Il progetto, condotto in stretta collaborazione e di concerto con il Comune di Todi e la Soprintendenza Beni Artistici e Paesaggisti dell’Umbria, ha avuto il beneplacito del prestigioso Laboratorio M.A.RE. (Materiali Analisi REstauro) del Dipartimento PAU (Patrimonio Architettonico ed Urbanistico) dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria ed ha potuto beneficiare dei preziosi suggerimenti dei prof. Enzo Bentivoglio e Simonetta Valtieri, docenti presso l’Ateneo calabrese. “Grazie alla sinergia di Regione, Comune e Fondazione CRP – sottolinea il Presidente di ETAB Paolo Frongia – riteniamo di essere riusciti a dare una risposta tempestiva ed appropriata ad uno dei problemi gravi ed urgenti che abbiamo trovato al momento dell’insediamento ed al quale il CdA ha riservato da subito la massima attenzione. Questo è il primo passo per avviare una serie di interventi per il restauro e la conservazione dello straordinario gioiello rinascimentale“.

Nel sottolineare la valenza storico-artistica del monumento e l’attenzione ad esso riservata dall’Ente regionale, la Presidente Catiuscia Marini ha specificato che “la Regione Umbria, grazie alla Legge 61/98, per questo ultimo intervento di conservazione ha concesso un finanziamento di 200.000 euro. Con la stessa legge – ha ricordato la Presidente – negli anni precedenti il Tempio della Consolazione aveva ricevuto finanziamenti per circa 750.000 euro per lavori di consolidamento strutturale in seguito ai danni causati dal sisma del maggio 1997. Questo progetto si inserisce all’interno di una cultura della programmazione che la Regione porta avanti da tempo per il recupero e la valorizzazione del patrimonio storico-artistico regionale”.

“Grazie all’impegno ed alla tenacia del CdA e dei tecnici di ETAB – ha evidenziato il Sindaco di Todi Carlo Rossini – il progetto trova oggi compimento dopo essere stato portato all’attenzione di tutti i soggetti istituzionalmente competenti ed essere stato allargato alla collaborazione di soggetti e professionalità specializzate. Questo è il modo corretto di lavorare. Il risultato raggiunto è frutto della sinergia tra vari livelli istituzionali. Essenziale, come nel caso della Consolazione, la collaborazione e l’attenzione della Regione Umbria per la città, che negli ultimi due anni ha significato la riqualificazione di Porta Romana con il Puc2, il nuovo ascensore di Palazzo dei Priori che inaugureremo a breve, l’avvio del cantiere per la riqualificazione delle Mure urbiche tra Porta Perugina e San Carlo.

Abbiamo già la disponibilità per un progetto di riqualificazione di Porta Orvietana, per i quali sono stati già stanziati 400.000 euro e siamo in fase di definizione del progetto esecutivo. Significa – prosegue il Sindaco – intervenire per la riqualificazione integrale dei Voltoni dei Palazzi Comunali per un nuovo ufficio di informazione turistica, potenziare i sistemi museali con la riqualificazione di una parte della Sala delle Pietre e del Complesso delle Lucrezie. Importante anche l’intervento regionale per circa 200.000 euro per il recupero della facciata della Chiesa di Sant’Ilario, riaperta domenica scorsa per la FAI Marathon”.

Consolazione Todi


Scrivi in redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*