Primarie Pd, a Deruta vota anche un assessore della Lega, è polemica

Primarie Pd, a Deruta vota anche un assessore della Lega, è polemica

«Rappresentanti istituzionali della Lega che vengono a votare alle primarie del Pd dichiarando di essere elettori del Partito democratico… Uno scempio… Ma l’appartenenza politica, la cultura, il rispetto delle proprie idee??? Senza un briciolo di ritegno! Uno Schifo!». La denuncia arriva direttamente dal gazebo del Partito di Deruta a firma della consigliera Tiziana Chiodi.

«Ci siamo trovati – dice al telefono – che una delle prime persone che sono venute a votare è stata l’assessore ai servizi sociali, Cristina Canuti, iscritta alla Lega. Quando l’abbiamo vista entrare siamo rimasti tutti un po’ sorpresi. Nessuno di noi andrebbe mai a votare alle primarie della Lega. Per votare – aggiunte Chiodi – si appone il proprio nome su una dichiarazione in cui ci si riconosce nei valori del Partito democratico e, a prescindere, sono sempre le Primarie del Pd».

Ma non sono aperte a tutti?

«Sì – risponde -, ma le primarie da sempre, ma da statuto chi vota dichiara di essere in linea con i principi del Partito Democratico e, soprattutto, sostenere il Pd. E c’è un foglio dove si può prendere visione di questo».

«A Deruta è successo un fatto grave che non ha nulla a che fare con la democrazia. Un assessore comunale appartenente alla Lega Nord è venuto a votare al seggio cittadino delle primarie. È un fatto grave perché chi vota alle primarie del PD – non importa per chi – dichiara di condividere i valori democratici, riformisti e di centro sinistra. Speriamo che gli elettori di centro sinistra, quelli veri, oggi sappiano vincere queste logiche». Lo ha scritto si Facebook Andrea Pensi, sindaco di Gualdo Cattaneo.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*