A Marsciano inaugurato il nuovo Consultorio di Vivo a Colori

A Marsciano inaugurato il nuovo Consultorio di Vivo a Colori

A Marsciano inaugurato il nuovo Consultorio di Vivo a Colori

Inaugurato il nuovo Consultorio di Vivo a Colori, situato all’interno del distretto socio sanitario di Spina di Marsciano. Sarà completamente operativo dal prossimo primo gennaio ma a breve prenderanno il via alcuni dei servizi di prevenzione ed informazione previsti. L’iniziativa rientrava in “Dona una coperta per le donne Arcobaleno”, progetto itinerante ideato dall’Associazione Vivo a Colori, in programma nel mese rosa della prevenzione, sostenuto dall’Assemblea Legislativa della Regione Umbria, dalla Provincia di Perugia e dai Comuni di Assisi, Corciano, Deruta e Marsciano.

L’inaugurazione si è svolta sabato 14 ottobre alla presenza di Claudia Maggiurana, presidente dell’associazione Vivo a Colori, Francesca Mele, sindaco di Marsciano, Andrea Pilati, vice sindaco di Marsciano, Manuela Taglia, assessore di Marsciano alle politiche sociali e servizi sanitari, Luigi Sicilia, direttore del Distretto Media Valle del Tevere e direttore sanitario f.f. dell’Usl Umbria 1, Ambra Mariotti, medico chirurgo della Breast Unit dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia, e fra Leonardo, nuovo parroco di Spina che ha benedetto il consultorio.

“Sono molto contenta del risultato che abbiamo raggiunto fino ad ora – ha dichiarato Claudia Maggiurana – in poco più di un anno abbiamo già donato alla Breast Unit dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia un tatuatore medicale, necessario per la ricostruzione non chirurgica del seno, e abbiamo messo in piedi questo consultorio che partirà a regime pieno il prossimo gennaio. Già abbiamo medici che hanno dato la loro disponibilità a venire. Il prossimo obiettivo – ha annunciato infine Claudia – sarà acquistare una macchina di pubblica utilità, servirà di supporto a chi ha necessità di fare controlli o altre attività quotidiane ma che non ha in quel momento familiari a disposizione per aiutarlo”.

“Questo consultorio – ha spiegato il sindaco Francesca Mele – nasce da una collaborazione tra Vivo a Colori, amministrazione comunale e Usl Umbria 1. Fungerà da punto di riferimento per le donne che hanno una patologia tumorale e non solo. L’obiettivo sarà quello di realizzare più consultori come questo dato che il nostro territorio è molto vasto. Non ce ne sono mai abbastanza di punti d’ascolto per aiutare le donne a gestire ed affrontare tutto ciò che segue a questo tipo di patologie, anche a livello sociale e familiare”.

“La nostra idea – ha affermato anche l’assessore Manuela Taglia – è quella di riproporre la stessa cosa nella Casa della salute di Marsciano e vogliamo coinvolgere Vivo a Colori e altre associazioni del territorio”.

“La Casa della salute di Marsciano – ha sottolineato Luigi Sicilia – è stato il primo esempio di contenitore di più servizi, ora ci sarà la sua evoluzione con la Casa di comunità, che diventerà un vero e proprio punto di riferimento della comunità. Oltre ai servizi attuali entreranno il Punto unico di accesso e le associazioni del territorio, che in qualche modo manifestano i bisogni della comunità. In questo nuovo contesto anche il distretto di Spina verrà riorganizzato”.

Il dottor Sicilia e la dottoressa Ambra Mariotti hanno poi ricordato l’importanza della prevenzione per riuscire a riconoscere la malattia in tempo utile, aumentando così anche le aspettative di vita delle pazienti. In Umbria – hanno sottolineato – l’86% delle donne fra i 50 e i 69 anni (fonte: Passi 2021-2022) si è sottoposto allo screening mammografico a scopo preventivo, un dato che pone la regione sopra la media nazionale che è del 70,4%.

Il vice sindaco Andrea Pilati, infine, ha sottolineato il successo del progetto “Dona una coperta per le donne Arcobaleno” che in poco più di un anno ha portato alla luce 614 coperte fatte a mano, realizzate da circa 100 donne residenti in tutto il territorio nazionale e non solo.

L’inaugurazione faceva parte di un programma di iniziative previste in tutto il weekend nel borgo di Spina. Nel pomeriggio di sabato 14 era in programma la tavola rotonda dal titolo “Il colore è vita e arte con le sue sfumature” e sono presentati i libri “Forse tutto Forse niente” di Sabrina Palumbo (edito da Europa Edizioni) e “Un amore dal grigio al Colore” di Claudia Maggiurana (Morlacchi Editore). Ospiti a sorpresa artisti locali presenti con le loro opere. A seguire tour di presentazione delle opere e mostre al borgo di Spina e per finire esibizione itinerante della Filarmonica Giuseppe Verdi di Spina.

Domenica 15 ottobre dalle ore 10 alle 18 sarà possibile ammirare un’installazione di 614 coperte fatte a mano nel borgo di Spina. Alle ore 11 si terrà l’inaugurazione e taglio del nastro con le istituzioni, a seguire l’apertura dei mercatini artigianali fino alle 18 circa. Dalle 15.30 fino alle 18 scatta la foto #fotocolordel1400 Photo Booth con figuranti storici nella piazzetta del castello che indosseranno gli abiti storici della stilista Asia Treggiari. Alle 16 laboratori ai Giardinetti: laboratorio il castello e l’aquilone, con l’animazione delle fatine di Vivo a Colori. Alle 17.30 l’iniziativa “fai volare il tuo aquilone tra i colori”: laboratori di ferro e filo.

Il mese rosa di Vivo a Colori proseguirà domenica 22 ottobre ad Assisi dalle 10 alle 18 nella piazza di Santa Chiara sarà possibile ammirare un’installazione di 614 coperte fatte a mano. Nel frattempo dalle 10.30 fino alle 18 presso la sala ex Pinacoteca, resterà aperta la mostra “Un amore dal Grigio al Colore” di Claudia Maggiurana, testimonianza di vita vissuta del tumore al seno.

Sabato 28 ottobre nel centro storico di Corciano sarà effettuata l’installazione di coperte ammirabile durante la giornata e alle ore 10,30 si terrà una tavola rotonda dal tema: “Importanza dello screening di base ed avanzato nella prevenzione dei tumori alla mammella”. Saranno presente per parlarne Ambra Mariotti, medico chirurgo della Breast Unit dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia; Laura Costantino, radiologo senologo Usl Umbria 1; Andrea Saracini, radiologo senologo Azienda Ospedaliera di Perugia. Presentazione del calendario CrazyEyes Color dell’associazione di Vivo a Colori.

Domenica 29 ottobre alle ore 9 in Piazza dei Consoli a Deruta ci sarà l’installazione al colore delle coperte, mentre l’inaugurazione si terrà alle ore 15. Alle 15.30 défilé in piazza tra le coperte dal titolo “Emozioni artigianali al colore”, le signore farfalle e arcobaleno si mettono in gioco supportate anche da particolari manufatti delle varie scuole di ceramica derutesi.

Oltre a queste iniziative l’associazione sarà presente: martedì 17 ottobre alla casetta del volontariato dell’ospedale di Perugia per una giornata di informazione e prevenzione; giovedì 26 ottobre alla Poli di Casenuove di Perugia con una cena di beneficenza “Pink Color”.

Tutto il mese l’associazione sarà presente con un corner sponsor anche alla Parafarmacia & centro estetico Umberto Primo, dove in alcuni giorni infrasettimanali – che saranno comunicati tramite canali social – sarà presente anche la presidente. Nello stesso mese partirà la campagna del calendario presente in vari negozi autorizzati che saranno indicati nelle pagine social come sostenitori ufficiali della campagna del calendario “Color Crazy Eyes 2024”.

Il ricavato delle iniziative contribuirà ad acquistare i materiali di consumo, aghi e pigmenti, necessari per il funzionamento del macchinario Ominia, il tatuatore medicale necessario per la ricostruzione non chirurgica del seno, donato nei mesi scorsi da Vivo a Colori alla Breast Unit dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*