No allo Ius Soli, Lega Nord Deruta annuncia gazebo per la raccolta firme

La Lega di Deruta chiede al sindaco Toniaccini di manifestare pubblicamente la sua contrarietà allo “Ius Soli”

No allo Ius Soli, Lega Nord Deruta annuncia gazebo per la raccolta firme

No allo Ius Soli, Lega Nord Deruta annuncia gazebo per la raccolta firme

DERUTA – “No allo IUS SOLI”. Questa la posizione espressa da Augusto Rossi responsabile derutese del Carroccio. Dieci giorni fa è circolato in Umbria ed anche a Deruta, un elenco di sindaci firmatari di una richiesta per sollecitare l’approvazione della legge per lo “Ius Soli” in cui appariva, come aderente, anche il sindaco Michele Toniaccini. Dietro la pronta richiesta di chiarimenti della Lega, il sindaco Toniaccini è intervenuto chiedendo di rettificare l’elenco dei sottoscrittori non avendo firmato il documento.

Di ciò siamo compiaciuti, ma manca ancora un presa di posizione ufficiale e pubblica da parte del sindaco contro questo scellerato disegno del Pd che vuole regalare la cittadinanza italiana agli stranieri. La Lega di Deruta chiede quindi al sindaco Toniaccini di manifestare pubblicamente la sua contrarietà allo “Ius Soli”. È necessario un atto di chiarezza, responsabilità e coerenza politica da parte del Sindaco nei confronti di quel consenso politico che, tramite la Lega, ne ha consentito l’elezione. In Italia esiste già una legge che regolamenta la concessione della cittadinanza agli stranieri. Sono norme giuste ed efficaci che permettono, a chi vuole diventare italiano di diventarlo, ma in maniera seria, costruttiva e mirata.

Con lo “Ius Soli”, voluto da Pd e dintorni, la cittadinanza italiana sarebbe invece sostanzialmente “regalata” a tutti gli stranieri che arrivano in Italia. I cittadini che non vogliono lo “Ius Soli” hanno ben chiaro che sarebbe una legge inutile e dannosa: in Italia, già oggi, si concedendo 200mila nuove cittadinanze l’anno, come nessun altro Paese in Europa. In questo momento una decisione come questa sarebbe sciagurata, intempestiva e foriera di ulteriori flussi migratori incontrollati verso l’Italia.

A nostro avviso – conclude Rossi – la cittadinanza deve essere il punto di arrivo di un percorso volto all’integrazione e al rispetto della cultura italiana, non certo l’oggetto di una svendita da parte del PD renziano che vuole recuperare col voto degli stranieri il consenso perso tra gli Italiani. A tal proposito la lega a Deruta chiama tutti i cittadini a firmare contro lo ius soli al gazebo che si terrà sabato 2 dicembre nel piazzale antistante Unicredit

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*