Lega, no moschea nel territorio marscianese

Nel 2017 sono state centinaia le morti a causa di fanatici islamici che coltivano ed alimentano il loro odio nei confronti dell’occidente

Lega, no moschea nel territorio marscianese

MARSCIANO – No alla costruzione di una moschea nel territorio marscianese. Ferdinando Piazzoli, segretario cittadino Lega, non lascia spazio all’interpretazione e ribadisce: “Per noi non è una questione di location, Ammeto o ex calzaturificio non fanno differenza, la Lega combatterà con tutti i mezzi leciti a disposizione affinché non venga costruito o aperto alcun centro culturale islamico nel comune di Marsciano.

La nostra contrarietà deriva da una visione concreta di ciò che ci circonda: noi siamo uomini liberi che fanno politica per il bene del territorio, non ci interessano le false promesse. Non sono queste le nostre priorità, la politica della Lega si basa, tra le altre cose, sulla sicurezza cittadina e la difesa delle tradizioni e della cultura italiana. In questo momento storico non possiamo essere complici di una modifica etnico culturale religiosa – precisa Piazzoli.

Nel 2017 sono state centinaia le morti a causa di fanatici islamici che coltivano ed alimentano il loro odio nei confronti dell’occidente, all’interno delle moschee. Per rispetto di quegli innocenti e, ancora di più, per tutelare le nostre famiglie e il nostro futuro, noi non permetteremo che Marsciano perda la sua convivialità.

Come segretario cittadino e assieme a tutta la sezione comunale della Lega, vigilerò a stretto contatto con gli uffici tecnici il corretto iter burocratico che accompagna questa folle idea del sindaco Todini. Già ad Umbertide la Lega ha presentato un esposto seguito da un blitz in comune della Guardia di Finanza, non sarà un problema replicare”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*