Unipegaso

Atti vandalici, Lega Nord, maggiori controlli per fermarli

Amministrazione  sta cercando di restituire dignità e bellezza alla città

Atti vandalici, Lega Nord, maggiori controlli per fermarli

Atti vandalici, Lega Nord, maggiori controlli per fermarli

TODI- E’ il centro della città di Todi, questa volta,  ad essere vittima di atti vandalici che hanno interessato i giardini Oberdan e la strada che conduce al centro della città. “Apprendiamo con sgomento il mancato rispetto per i lavori avviati dalla nuova Amministrazione ed il totale disinteresse per la cosa pubblica”. Questa la prima osservazione di Antonella Marconi e Francesca Peppucci, consiglieri comumali del gruppo Lega Nord Todi. Nonostante le difficoltà economiche, l’Amministrazione  sta cercando di restituire dignità e bellezza alla città, in modo da renderla non solo piacevole ai turisti, ma anche più vivibile alla comunità Tuderte.
L’area colpita dai vandali, quella che i tuderti  chiamano affettuosamente i “giardinetti” , era appena stata sistemata, non solo  aggiungendo fiori e aiuole, ma anche aggiustando la staccionata che si trova tra il Tempio della Consolazione e gli stessi giardini,  rotta ormai da mesi. Data la situazione, l’Amministrazione comunale  ha deciso di assicurare un maggiore controllo delle zone centrali attraverso una più ampia e rigorosa vigilanza da parte degli organi di Polizia Municipale. “crediamo che tale scelta oltre che un’ azione repressiva, rappresenti un valido  deterrente per simili  comportamenti che non possono in alcun modo essere ignorati o sottovalutati.
Come ribadito  da Tony Aiello, responsabile della Lega Nord di Todi e dall’intero direttivo ” già in campagna elettorale, avevamo sottolineato come la sicurezza ed il controllo del territorio rappresentassero per noi una priorità, siamo quindi soddisfatti che l’amministrazione abbia deciso di muoversi in tale direzione. Auspichiamo che il senso civico abbia la meglio e che  i cittadini ci aiutino in questa battaglia denunciando alle autorità locali i responsabili di simili atti, che vanno a degradare la nostra città e rappresentano un ulteriore spreco delle risorse pubbliche.”
Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*