Marsciano e Todi, i Carabinieri eseguono due provvedimenti cautelari

Todi, rubati e ritrovati dai Carabinieri altri veicoli rubati

Marsciano e Todi, i Carabinieri eseguono due provvedimenti cautelari

MARSCIANO – I Carabinieri della Stazione di Marsciano (PG) hanno dato esecuzione ad un provvedimento restrittivo emesso dal GIP presso il Tribunale di Spoleto nei confronti di un pregiudicato di 55 anni, nato e residente nel centro umbro, resosi responsabile di estorsione aggravata e continuata e minacce.

La vicenda risale ai primi giorni del mese di dicembre 2017 quando l’uomo faceva irruzione nel negozio di parrucchiere di proprietà della sorella minore, sito nella vicina Collazzone (PG), pretendendo la consegna di una somma di denaro. Al rifiuto della donna l’uomo reagiva violentemente minacciandola di morte, danneggiandole l’autovettura e prendendo a calci la vetrata dell’esercizio commerciale.

I carabinieri raccoglievano la denuncia ed accertavano che la donna, già in passato, aveva subito in silenzio analoghe violenze dal fratello. In base agli esiti investigativi il GIP presso il Tribunale di Spoleto emetteva una ordinanza di custodia cautelare nei confronti di quest’ultimo, che è stato posto agli arresti domiciliari.

Nella stessa giornata, i carabinieri della Stazione di Todi, a conclusione di indagini, hanno notificato ad una giovane donna tuderte, un provvedimento sempre emesso dal GIP presso il Tribunale di Spoleto, di divieto di avvicinamento nei luoghi frequentati dall’ex convivente, nei cui confronti la donna, come accertato dai militari, si è resa responsabile di stalking attraverso una condotta persecutoria ed aggressiva, concretizzatasi in reiterati  pedinamenti e continui messaggi telefonici offensivi e minacciosi.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*